IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Premio regionale Fita: migliori attrici le tre albenganesi di “Cosa vuoi che ti legga” foto

Le tre interpreti si sono aggiudicate ex aequo il Premio Scotti 2020

Albenga. Nell’ambito della quarta edizione del Premio regionale FITA (Federazione Italiana Teatro Amatori) “Tre Caravelle”, le tre attrici ingaune Graziella Ghezzi, Paola Paolino e Susy Minutoli si sono aggiudicate il Premio “Scotti” 2020 come migliori attrici con lo spettacolo teatrale “Sale d’attesa” di Daria Pratesi con la regia di Carlo Deprati, e gli interventi danzati di Irene Ciravegna. Lo spettacolo è prodotto dalla Aps “#cosavuoichetilegga​?”.

Il Premio FITA Liguria “Tre Caravelle” è un concorso riservato alle compagnie Teatrali Amatoriali affiliate FITA della Regione Liguria, che rientra nel Circuito del Gran Premio Nazionale di Teatro Amatoriale (GPTA) organizzato da FITA Nazionale. Un’edizione speciale, quella del 2020, che ha rischiato di saltare a causa dell’emergenza sanitaria legata al Covid-19. Per consentire a tutte le compagnie affiliate di potersi candidare come rappresentanti della Liguria al prossimo GPTA, il Comitato Regionale Fita Liguria ha riaperto i termini del bando con un nuovo regolamento “speciale” adattato al difficile periodo che stiamo vivendo, limitando la visione degli spettacoli da parte della giuria solo in versione video e non dal vivo.

A vincere è stato lo spettacolo “Senza Hitler” portato in scena dalla Compagnia degli Evasi di Castelnuovo Magra (SP). La compagnia vincitrice rappresenterà la Liguria al GPTA che si terrà a non appena le limitazioni dovute all’emergenza sanitaria lo consentiranno. “Un doveroso ringraziamento – dichiara Giovanni Cepollini, presidente Regionale FITA Liguria – va ad Eugenio Maliscev che ha curato tutta la parte organizzativa e logistica del Premio, alla giuria tecnica per la professionalità con cui ha svolto il proprio compito, a Riccardo Canepa che ha curato la parte tecnologica dell’assemblea, alla FITA nei suoi rappresentanti Nazionali, Regionale e Provinciali che hanno promosso questa iniziativa, ma soprattutto alle compagnie affiliate che nonostante il periodo proibitivo hanno creduto in questo progetto e partecipato con entusiasmo”.

Il premio per la miglior attrice, come detto, è stato vinto ex aequo dalle tre interpreti albenganesi: “Ci portiamo a casa questo premio con grande soddisfazione – commentano – Uno spettacolo è un gioco di squadra. Non dimentichiamo chi ha creduto in noi, Carlo Deprati e ​Daria Pratesi​; chi ha lavorato con noi, Irene Ciravegna; e chi ci supporta sempre ed è parte integrante dello spettacolo, ossia ​Alessandro Mazzitelli​, Claudio Cepollina, Michele Marziano​, Loredana Polli e la mitica Monica Maggi… perchè senza di lei tutto questo non ci sarebbe stato. Un grazie a Rebecca Pressamariti per il montaggio video del nostro spettacolo”.

In “Sale d’attesa” si parla di donne che si incontrano ​in sale d’aspetto di vari professionisti, dal parrucchiere dall’estetista, al fisioterapista; tre donne si incontrano casualmente e altrettanto casualmente si raccontano la loro vita. Nascono così relazioni dalle confidenze del quotidiano. I profili delle tre donne vengono tracciati con arguzia e intelligenza suscitando ilarità.Uno spettacolo che fa riflettere con il sorriso sulle labbra.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.