IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Passeggiata con il cane: come comportarsi in tempo di Covid e con le nuove restrizioni

Indossare sempre mascherina e guanti, uscire nelle ore notturne solo per estrema necessità e mai allontanarsi oltre 10 metri da casa

Liguria. Quanti durante il lockdown dei primi mesi dell’anno hanno desiderato avere un cane per poter uscire a fare almeno una passeggiata. Gli esperti l’hanno precisato fin da subito: “Gli animali domestici non tramettono il coronavirus all’uomo”, ma in ogni caso è preferibile seguire alcuni consigli utili per quando li si porta a passeggio.

L’Associazione Italiana Difesa Animali Ambiente (Aidaa) ne ha elencati cinque:

1 . Quando portate a spasso il cane e anche quando siete in area cani o al parco, indossate sempre la mascherina coprendovi naso e bocca.

2. Quando raccogliete le feci, o siete in area cani, indossate se possibile anche i guanti per evitare di toccare materiale che possa in qualche modo trasmettere il contagio.

3. Quando rientrate non lavate assolutamente le zampe al cane con candeggina (anche se diluita) o altri detergenti! In caso di rientro da una giornata piovosa o sei il cane è stato nel fango pulitelo con della semplice carta tipo scottex

4. Quando rientrate ricordatevi sempre di buttare guanti e mascherina e di lavarvi le mani e portate sempre con voi in uscita mascherina, detergente per le mani e guanti di lattice.

5.  Se siete positivi al virus, non uscite di casa per nessun motivo, ma per la passeggiata affidare il vostro cane a una persona o un dog sitter di assoluta fiducia e che abbia esperienza nella gestione dei cani.

Dopo le disposizioni del Dpcm dello scorso 3 novembre, una domanda però rimane frequente: nelle ore del coprifuoco notturno (22:00 – 5:00), è possibile portare fuori il cane per i propri bisogni? Al quesito l’Aidaa risponde: “In teoria no, ma il buon senso impone di poter uscire per alcuni minuti con il cane se lo stesso ha delle necessità corporali urgenti senza allontanarsi per oltre dieci metri da casa, in questo caso portare comunque sempre una giustificazione e ovviamente raccogliere gli escrementi del cane e poi rientrare in casa. Evitare assolutamente passeggiate notturne quelle sono vietate e sancite in tutte e tre le fasce in cui sono suddivise le regioni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.