IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ordine pubblico e sicurezza, vertice con la Prefettura: “Rispettare le regole per rimanere nella zona gialla”

Nei prossimi giorni controlli mirati sul rispetto delle disposizioni. Appello del sindaco Tomatis

Albenga. Si è tenuto questa mattina in videoconferenza il tavolo ordine pubblico e sicurezza al quale hanno partecipato: il prefetto di Savona Antonio Cananà, il Questore di Savona Giannina Roatta, i rappresentanti delle forze dell’ordine, il presidente della Provincia Pierangelo Olivieri, il sindaco di Savona Ilaria Caprioglio, il sindaco di Albenga Riccardo Tomatis e i comandanti delle polizie locali di Savona ed Albenga.

Durante l’incontro i rappresentanti delle forze di polizie hanno evidenziato come, in questi giorni non si sia verificato un aumento di traffico verso la Liguria da parte di cittadini provenienti dalle regioni classificate come rosse.

Il prefetto ha sottolineato l’importanza di agire, da un lato nell’opera di sensibilizzazione dei cittadini, dall’altro nei controlli allo scopo di riuscire a mantenere il “privilegio” di essere nella zona gialla evitando un aumento del numero dei contagi che, inevitabilmente comporterebbe un inasprimento delle prescrizioni.

I partecipanti all’incontro hanno manifestato la propria disponibilità a continuare, così come dall’inizio della pandemia, la collaborazione e la cooperazione.

In ulteriore nota il prefetto ha invitato tutti i 69 Comuni della Provincia a richiamo del rispetto delle norme esortando un’applicazione unitaria su tutto il Territorio e invitando – in linea con le parole del Presidente della Repubblica – allo spirito di collaborazione e dialogo che deve essere portato avanti in primo luogo dalle Istituzioni quali punto riferimento per le Comunità. In quest’ottica di assoluta unitarietà di intenti, la Presidenza della Provincia ha ritenuto di riscontrare la nota inoltrata dal Prefetto a tutti i Sindaci della Provincia, stigmatizzando una situazione fuori dal coro rappresentata dall’ordinanza assunta da una delle Amministrazioni del Territorio. Il Presidente Olivieri invita le Istituzioni e la Collettività Tutta a non abbassare l’attenzione proprio in questo momento delicato: seppur sollevati della notizia del posizionamento della nostra regione in “zona gialla”, è necessario rispettare le regole a beneficio di tutti.

“Questa mattina ho partecipato al Comitato Ordine e Sicurezza in seduta allargata convocato dal prefetto ieri sera alla luce dell’emanazione e dell’entrata in vigore del nuovo Dpcm e di conseguenza delle ordinanze del Ministero della Salute e della Regione Liguria e sulla situazione specifica del nostro territorio e del contesto complessivo – sottolinea il presidente della Provincia di Savona Pierangelo Olivieri -. L’invito fatto a tutti noi e che faccio mio e riporto tanto ai colleghi Sindaci quanto a tutto il Nostro Territorio e la Comunità e alle Nostre Attività, che non è assolutamente adesso il momento di abbassare la guardia”.

“A seguito della valutazione del Comitato Tecnico Scientifico abbiamo la possibilità ancora di trovarci in una situazione in cui i regimi di vita e conseguenti profili sociali ed economici possono essere solo in parte limitati, ma si tratta di una situazione nell’oggi che può cambiare e modificarsi, non in meglio, in qualsiasi momento e questo dipende veramente quanto mai da Tutti Noi. Dunque quello che è opportuno e necessario fare è veramente non abbassare l’attenzione, un invito all’assoluto rispetto delle norme da parte di Tutti Noi. Non è il momento ritengo di considerazioni e prese di posizioni, la situazione è complessa e delicata e gli elementi per valutarla sono veramente tanti, dunque attuiamo convintamente, rispettiamo e facciamo rispettare ognuno nel proprio ruolo le norme e a nostra volta chi le applica, chi le fa applicare, chi le fa rispettare e se eventualmente necessario assume i provvedimenti conseguenti. In questo mi associo alla nota che il Nostro Signor Prefetto ha mandato a seguito dell’Ordinanza assunta il 2 novembre da una delle amministrazioni comunali del nostro territorio” conclude Olivieri.

“Nel corso del Comitato ordine pubblico e sicurezza, svoltosi questa mattina in Prefettura, abbiamo appreso come al momento i flussi di traffico in autostrada provenienti dalla Lombardia e dal Piemonte non si siano intensificati – sottolinea il sindaco Ilaria Caprioglio -. Desideriamo lanciare, inoltre, un nuovo appello a tutti i cittadini affinché seguano le disposizioni del Dpcm, fra cui il distanziamento e l’utilizzo delle mascherine: solo in questo modo potremo restare in zona gialla tutelando sia la salute sia le attività economiche” conclude.

videoconferenza tomatis albenga

Afferma il sindaco di Albenga Riccardo Tomatis: “Da quanto comunicatoci dalle forze di polizia durante la conferenza di oggi non si è verificato il fenomeno di migrazione di cittadini piemontesi e lombardi verso la nostra regione. Questo credo è un dato estremamente positivo. I controlli sul nostro territorio da parte della polizia locale e delle forze dell’ordine, naturalmente continueranno sia su questo tema che al fine di verificare il rispetto di tutte le normative anti-Covid”.

“Infine – aggiunge il sindaco –, durante l’incontro ho voluto portare all’attenzione del Prefetto e delle forze di polizia il tema della sicurezza urbana. Con la chiusura dei pubblici esercizi il territorio rischia di essere meno presidiato, ma, così come abbiamo fatto nei mesi scorsi, con la collaborazione di tutti, sono certo che gestiremo al meglio la situazione e ringrazio fin d’ora tutti”.

Appello ai cittadini da parte del sindaco Riccardo Tomatis: “Nella giornata dell’altro ieri abbiamo appreso che la Regione Liguria è stata inserita tra le regioni di colore giallo cioè quelle a più basso rischio di contagio. Questa è stata sicuramente una notizia positiva che abbiamo accolto con entusiasmo, ma che non deve indurci ad abbassare la guardia per quanto riguarda i provvedimenti, gli atteggiamenti e le misure di contenimento dell’infezione d Covid 19. Questo è importante sia per una forma di rispetto nei confronti dei nostri concittadini che potrebbero ammalarsi e rischiare il proprio stato di salute sia per quanto riguarda le attività produttive, commerciali e i pubblici esercizi. Uscire dalla zona gialla per entrare in una zona a più alto rischio comporterebbe la chiusura di tutte queste attività oltre che l’aumentato rischio di ammalarsi di questa pandemia. Il mio è un appello a tutti i cittadini a rispettare le regole, a indossare correttamente la mascherina, a rispettare la distanza di sicurezza e a lavarsi o igienizzarsi frequentemente le mani. Solo così potremo continuare a rimanere nella zona gialla e poter passare un Natale sereno” conclude il primo cittadino di Albenga.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.