IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Mister Simone Rattalino sul tema delle seconde squadre: “Campionato Juniores da rivedere, le squadre ‘B’ così hanno poco senso”

La possibilità di farle salire di categoria sarebbe un'ipotesi perseguibile e sensata secondo il trainer della Villanovese

La pandemia ha creato problemi al mondo del calcio dei professionisti e dei dilettanti. Non è di certo il danno peggiore che ha fatto ma è indubbio e giusto che le energie del mondo del pallone siano ora concentrate sul capire in che modo e quando si potrà riprendere.

Fatta questa premessa, è altresì vero che prima del lockdown non è che il panorama del calcio provinciale vivesse un momento particolarmente entusiasmante, come testimonia la scomparsa della Terza Categoria, ormai cinque anni fa, e la fatica incredibile nell’organizzare i tornei di Seconda Categoria. Insomma, se da una parte ci siamo assuefatti all’idea di aver perso una categoria, cosa in realtà grave, la composizione del campionato di Seconda (e non solo) ha spesso creato polemiche e malumori. Un campionato che a settembre ha visto l’iscrizione di numerose squadre “B”, sintomo, come affermato dal ds Abbaldo dell’Olimpia Carcarese, di un altro problema: la perdita di competitività, legata in gran parte alla regola dei giovani obbligatori nelle prime squadre, del torneo degli Juniores di secondo livello.

Su questo tema, si è espresso l’attuale allenatore della Villanovese Simone Rattalino, il quale ha maturato esperienza con le formazioni “under” nella sua carriera. “In Coppa c’è la regola dei venticinque giocatori in lista per le seconde squadre – commenta in occasione della trasmissione “Parliamo di sport” – e penso che potrebbe essere una soluzione per evitare un travaso di giocatori dalle squadre “A”.

Sui tornei Juniores, questo il Rattalino pensiero: “Credo anche io che il problema del torneo Juniores provenga dalla regola dei giovani, che vanno a integrare le rose delle prime squadre impoverendo così il campionato di seconda fascia. Un torneo Juniores di questo tipo ha poco senso”.

“Come hanno poco senso – conclude Rattalino – anche le squadre ‘B’ così come sono adesso. Penso che queste squadre debbano avere tutti i diritti e anche tutti i doveri delle altre squadre. Non ha senso, secondo il mio punto di vista, che esse accumulino punteggio senza però poter salire di categoria. Vogliamo fare le seconde squadre per dare una possibilità a chi non vuole fare la Juniores? Lo si può fare e reputo che non sia una cattiva soluzione. Ma sarebbe utile consentire a queste compagini di salire fino alla categoria immediatamente sotto a quella in cui gioca la squadra “A”, con squadre bloccate chiaramente”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.