IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Michele Marcolini riparte da Novara: precedente piemontese di buon auspicio, l’esperienza al Chievo aiuterà

L'ex centrocampista di Atalanta e Chievo subentra a mister Banchieri. La classifica non deve ingannare, non sarà una stagione semplice

L’epilogo della scorsa stagione era stato amaro per Michele Marcolini. Chiamato dal “suo” Chievo per riportare la squadra in Serie A all’inizio dell’annata 2019/2020, l’allenatore savonese era poi stato esonerato a inizio marzo perché i risultati non erano in linea con gli obiettivi societari. Circa sette mesi dopo, un’altra opportunità. Di nuovo in Piemonte, regione che ha portato bene a Marcolini il quale, con l’Alessandria, ha conquistato la Coppa Italia di Serie C al termine della stagione 2017/2018. Anche all’epoca subentrato, aveva portato i grigi dal quart’ultimo posto in classifica alla zona play off. Spareggi promozione dai quali era poi stato eliminato agli ottavi di finale.

Il Novara, attraverso un comunicato ufficiale, ha annunciato di aver scelto il mister cresciuto sotto la Torretta. “La società – si legge – è lieta di annunciare l’accordo con Michele Marcolini quale nuovo allenatore della Prima Squadra”. Il vice allenatore sarà Davide Mandelli. Il Novara occupa attualmente il terzo posto della graduatoria nel girone A di Serie C a una lunghezza dal duo di testa formato da Pro Vercelli e Grosseto. Una situazione che potrebbe sembrare ottima detta così, ma sono ben sei le squadre appaiate a quota 13 al secondo posto. Insomma, un risultato negativo e si rischia di essere risucchiati nei bassifondi. A questo proposito, potrebbe venire utile a Marcolini l’esperienza della scorsa stagione tra i cadetti, dove per larghissimi tratti i punti tra le squadre in zona play off e quelle in zona play out sono stati davvero pochi, una situazione quasi analoga a quella di quest’anno.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.