IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Messa in sicurezza del territorio di Laigueglia, Loano e Pietra Ligure: tour savonese per l’assessore Giampedrone fotogallery

Sopralluogo nei comuni interessati da diversi interventi e opere

Laigueglia/Loano/Pietra Ligure. E’ iniziato da Laigueglia il “tour savonese” dell’assessore regionale alla protezione civile Giacomo Giampedrone e che prevede tappe anche a Loano e Pietra Ligure.

Nel borgo marinaro, Giampedrone è stato accolto dal sindaco Roberto Sasso Del Verme e dagli altri membri dell’amministrazione comunale, che lo hanno accompagnato a visitare il cantiere del primo lotto di interventi infrastrutturali a difesa della costa di levante.

Il progetto prevede l’allungamento e il rafforzamento dei sette “pennelli” del litorale levantino con massi naturali, un prolungamento di circa 10 metri verso mare, un radicamento delle strutture verso terra ed un importante ripascimento, con il riversamento di circa duemila camion di sabbia sulle spiagge cittadine. Il cantiere è partito lo scorso 12 novembre e dovrebbe concludersi entro metà aprile. L’importo totale dei lavori è di circa due milioni e mezzo di euro, interamente finanziati dalla protezione civile.

Il sindaco Del Verme si è detto “felicissimo di iniziare quest’opera di salvaguardia della costa, l’unica ad essere stata realizzata da diverso tempo a questa parte. Oltre ad avere una costa più sicura, avremo un litorale più ampio e ciò sarà sicuramente apprezzato dai visitatori del nostro borgo, che speriamo lo trovino ancora più bello ed attraente”.

Successivamente, Giampedrone (accompagnato dal consigliere regionale Angelo Vaccarezza) si è spostato a Loano. Qui ha incontrato il sindaco Luigi Pignocca, il quale ha presentato i dettagli i progetti per la riqualificazione della passeggiata a mare e per la realizzazione della nuova diga soffolta a protezione del litorale di ponente.

Altra tappa a Pietra Ligure, con un sopralluogo a Castagnabanca assieme al sindaco Luigi De Vincenzi e  all’assessore comunale Francesco Amandola, dove sono stati completati i lavori di messa in sicurezza a seguito dell’evento franoso del giugno scorso. In seguito visita sul torrente Maremola: anche in questo caso è stato fatto il punto sugli interventi per la mitigazione del rischio idrogeologico. Inoltre, è stato fatto il punto sul complessivo pacchetto di opere messe in atto dall’amministrazione comunale pietrese per i danni del maltempo.

“Quelli di Laigueglia, Loano e Pietra – ha detto Giampedrone – sono interventi molto importanti e che hanno finanziamenti con 7,5 milioni di euro. Fanno parte del pacchetto di protezione civile che vede il finanziamento di interventi a mare e riguardano i danni causati dalla mareggiata del 2018, che ricordiamo è stata una delle più importanti della storia della Liguria”.

“Questi interventi non solo ripristineranno le condizioni ante mareggiata, ma miglioreranno anche la capacità di difesa dei nostri litorali che è fondamentale per questi territori che vivono sul costa anche di turismo. Sono per lo più interventi di consolidamento dei moli a mare, in alcuni casi anche di allungamento di alcuni pennelli per la difesa, e di ripascimento di materiale sabbioso per consentire al litorale di vivere anche un aspetto turistico. In altri casi, come a Loano, saranno effettuati anche lavori finanziati dal fondo strategico delle infrastrutture e che riguardano la riqualificazione urbana”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.