IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’idea del Piper per un Capodanno “a prova di Covid”: tre giorni su Costa Smeralda

Con meno di 1000 euro è possibile trascorrere tre giorni con cenone, djset, live show, piscine, centro benessere e casinò

Più informazioni su

Savona. L’opportunità di effettuare delle “minivacanze” di tre o quattro giorni a bordo di Costa Smeralda è stata annunciata solo tre giorni fa. E immediatamente qualcuno ha colto la palla al balzo per lanciare una iniziativa che sta facendo parlare di sé a livello nazionale, soprattutto nella Capitale: un Capodanno a bordo della nave per non dover sottostare al coprifuoco e ai divieti che verranno decisi dal Governo.

La notizia ha iniziato a circolare nelle ultime ore. L’idea è del Piper, discoteca cult che per promuoverla ha arruolato decine di Pr, data anche la chiusura dei locali che si protrae ormai da mesi. Il titolo che circola sui social è eloquente: “Capodanno in crociera Costa con il Piper Club”. L’idea è quella di “approfittare” del fatto che l’ultimo Dpcm non ha previsto lo stop delle crociere per trascorrere una festa senza divieti. Una sorta di Capodanno “in zona blu”, come il colore del mare.

La proposta prevede la partenza da Civitavecchia il 31 dicembre, con arrivo a La Spezia a Capodanno e a Savona il 2 gennaio, per poi rientrare a Civitavecchia il 3. Festeggiare su Costa Smeralda, secondo quanto riporta Il Messaggero, costerà 990 euro a chi sceglierà la cabina interna (senza vista), mentre per una esterna con balcone si spenderanno 1190 euro e per una suite 2200. Nel pacchetto è incluso naturalmente il cenone del 31, più i vari live show e djset sul modello-Sardegna. Senza dimenticare che durante la crociera si potranno usare i vari servizi tipici della nave: le piscine, la spa, il centro benessere, il centro massaggi e il casinò. Gli organizzatori hanno pensato a tutto: anche a una assicurazione “anti Dpcm” che copra l’eventuale annullamento in caso di nuove disposizioni del Governo che rendano impossibile la partenza.

A livello di controlli, anche le minivacanze di Costa Smeralda potranno contare sul Costa Safety Protocol, il protocollo sanitario che contiene procedure operative adeguate alle esigenze di risposta alla situazione COVID-19, relative a ogni aspetto dell’esperienza in crociera, sia a bordo sia a terra. Le misure principali comprendono test con tampone per tutti gli ospiti e l’equipaggio, controllo della temperatura ogni volta che si scende e si rientra in nave, visite delle destinazioni solo con escursioni protette, distanziamento fisico a bordo e nei terminal anche grazie alla riduzione del numero di passeggeri, nuove modalità di fruizione dei servizi di bordo, potenziamento della sanificazione e dei servizi medici, utilizzo della mascherina protettiva quando necessario.

L’iniziativa di Piper e Costa, comunque, non è l’unica del genere: cercando su Google si trovano diversi siti che promuovono veglioni “a bordo”. Anche Msc ad esempio pubblicizza le sue speciali vacanze di Natale e Capodanno: in questo caso si può partire il 26 dicembre da Genova e trascorrere 10 giorni nel Mediterraneo, potendo contare anche in questo caso sui vari servizi di bordo come spa, piscine e animazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.