IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Roma piange la scomparsa di Gigi Proietti

Lo speciale del Ct Vaniglia

Più informazioni su

“Ci ha lasciati Gigi Proietti, artista immenso. Amante del calcio e innamoratissimo della Roma tanto che, per non perdersi neanche una partita dei giallorossi, era sua abitudine far accendere un televisore per seguire la partita mentre era sul set a girare. Ciao Gigi!”. Così, su Twitter, la Lega calcio di Serie A ha reso omaggio all’attore scomparso all’età di 80 anni.

Da sempre grande tifoso giallorosso, Gigi è scomparso nelle ultime ore dopo una grave crisi cardiaca gettando nello sconforto tutti i tifosi della Roma e l’intero mondo dello sport italiano. Con la scomparsa di ‘Mandrake’, il tifo della Capitale e il calcio romano hanno perso una voce intelligente e dissacrante.

Ora l’Italia intera e il mondo dello spettacolo e dello sport sono in lutto. Dopo il ricovero d’urgenza per gravi problemi cardiaci il grande istrione si è spento. La triste notizia, che ha ovviamente scioccato tutti, è arrivata proprio nel giorno del suo compleanno e a poche ore dal successo della Roma sulla Fiorentina.

A piangere la morte del grande attore romano, sono infatti anche il mondo del calcio e chi ha a cuore i colori giallorossi, perché Proietti oltre ad esser stato un artista straordinario era anche (e da sempre) un grande tifoso della ‘Lupa’: squadra che non mancava mai di seguire e tifare.

Spesso presente sulle tribune dello stadio ‘Olimpico’, Proietti non aveva mai nascosto la sua grande e viscerale passione per la Roma. Protagonista di pellicole rimaste nel cuore anche degli sportivi (tra queste l’indimenticabile ‘Febbre da cavallo’), e da sempre grande amico ed estimatore di Francesco Totti, Proietti ha vissuto la sua fede calcistica senza mai farsi mancare nulla: critiche e sfottò compresi.

L’ultimo saluto della “magica” è commovente: “Un pezzo di Roma che se ne va. Grazie di tutto, Maestro”. Insignito nel 2002 dall’allora presidente Franco Sensi del premio di ‘Cavaliere della Roma’, Gigi Proietti non si è infatti mai tirato indietro quando c’è stata l’occasione di commentare le gesta dell’undici romanista.

Il sogno di ‘Mandrake’ era  vedere nuovamente la sua Roma vincere uno scudetto. “Non mi spingo a tanto. Dico soltanto che sarebbe un sogno realizzabile – esclamò proprio poche settimane fa, in una delle sue ultime interviste rilasciate a ‘Tuttosport’ – Sarebbe ora di portare a casa un altro traguardo italiano”. Ciao Gigi, ciao cuore giallorosso!

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.