IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Isola Gallinara, dal Ministero 8 milioni per il progetto di acquisizione. Tomatis: “Tema che ha unito la città”

Approvato un ordine del giorno del consigliere Ciangherotti volto ad ampliare il numero di soggetti coinvolti nella gestione dell'Isola

Albenga. Ieri il consiglio comunale albenganese ha discusso il punto all’ordine del giorno sul futuro dell’Isola Gallinara proposto dal consigliere di minoranza Eraldo Ciangherotti (ed emendato su richiesta del primo cittadino Riccardo Tomatis). Il documento presentato dal consigliere di opposizione è stato approvato all’unanimità e chiedeva, in particolare, di ampliare il partenariato e coinvolgere non solo il Comune e il Ministero, ma anche altri soggetti pubblici o privati competenti.

Anche il consigliere di minoranza Roberto Tomatis, infatti, seppur contrario all’esercizio del diritto di prelazione sull’isola da parte dello Stato ha votato favorevolmente l’ordine del giorno.

Il sindaco Riccardo Tomatis ha spiegato: “Questo è un argomento estremamente importante e sono contento di come sia stato trattato, sia nei tempi che nei modi, da parte di tutti i soggetti che si sono interessati allo stesso. Questo argomento ha unito tutta la nostra città, ha unito maggioranza e minoranza, ognuno naturalmente con le proprie idee, le associazioni, i cittadini. Siamo riusciti ad esprimere il volere di Albenga”.

Riccardo Tomatis smartworking

“Nel corso di questa vicenda – ha proseguito il sindaco albenganese – ho avuto un confronto lungo con il Ministro Franceschini che ha manifestato da subito la volontà di esercitare il diritto di prelazione, almeno su una parte dell’isola e con la Sovrintendenza che ieri mi ha comunicato che si sta procedendo con i versamenti, il cui ammontare è di circa 8 milioni di euro, necessari per portare avanti il progetto di acquisizione”.

“Sull’Isola Gallinara vi è un grosso interesse e si sta già pensando ai progetti per la sua valorizzazione che avrà come punto cardine, naturalmente, il legame con il territorio e in particolare con l’archeologia subacquea, il museo del mare, il museo navale, Palazzo Oddo. Ritengo che per sviluppare al meglio i progetti sull’isola sia fondamentale una cooperazione tra diversi enti, per questo la proposta dell’emendamento” ha concluso Tomatis.

La delibera è stata approvata all’unanimità.

E soddisfazione è stata espressa anche dal capogruppo di Forza Italia Eraldo Ciangherotti: “Sono soddisfatto, per una volta Albenga ha fatto squadra e l’Amministrazione comunale di Albenga, con il voto favorevole unanime alla mia delibera in Consiglio comunale, ha segnato una pagina importante nella storia della Città. Aver accolto il mio progetto di attivare subito un partenariato con il ministero per i beni, le attività culturali ed il turismo per la prelazione della villa padronale dell’Isola Gallinara significa puntare sul futuro. Giustamente, anche altri enti pubblici e privati, secondo le indicazioni del consiglio, potranno aderire al partenariato, in cui il Comune di Albenga finalmente sarà parte attiva nella trattativa privata per l’acquisto della villa padronale per un valore di 8 milioni”.

“La Soprintendenza ligure per i beni culturali, che tra l’altro a breve creerà la nuova Soprintendenza di Savona, con la nomina del suo nuovo capo, si sta muovendo per versare il contributo dell’acquisto ai proprietari, con la volontà di valorizzare il lotto acquistato attraverso la realizzazione di una base operativa, non solo per un punto museale, ma anche per le immersioni subacquee. Un modo per includere l’Isola Gallinara con il museo navale romano e subacqueo, con il piatto blu e tutto il patrimonio storico di Albenga. L’ipotesi di acquistare la rimanente porzione dell’isola non è svanita, e cercherò, come tutti, di concretizzare l’acquisizione. Ritengo che il consiglio comunale, votando all’unanimità il partenariato con il ministero, abbia preso una decisione coraggiosa e lungimirante per la quale ringrazio tutti i consiglieri comunali di maggioranza e minoranza”.

“E’ in tempo di crisi che bisogna investire per il rilancio, credo che con questa operazione, unita alla valorizzazione delle nostre eccellenze agroalimentari, in chiave agricola, artigianale, commerciale e turistica, si siano poste solide basi per il rilancio economico della nostra amata Albenga”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.