IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Influenza, Ciangherotti (FI) denuncia: “Nelle Rsa del savonese anziani non ancora vaccinati”

E' stato il leit-motiv di esperti e virologi: vaccinare per non confondere i sintomi dell'influenza con quello del Covid

Provincia. “Allarmante. Nelle Rsa della provincia gli anziani non sono stati ancora vaccinati”. Lo afferma, tra gli altri, il capogruppo di Forza Italia ad Albenga Eraldo Ciangherotti.

E’ stato il leit-motiv di esperti e virologi: vaccinare per non confondere i sintomi dell’influenza con quello del Covid. Una raccomandazione che è stata anche oggetto di una comunicazione nei primi giorni di ottobre del presidente della Regione Giovanni Toti, il quale annunciava: “Ci siamo attrezzati con un’imponente scorta di vaccini, oltre 500mila dosi complessive. Abbiamo deciso di iniziare con un mese di anticipo rispetto agli anni scorsi per evitare alle categorie di persone, più fragili per età o per patologie pregresse, di sviluppare complicanze tali da richiedere un ricovero ospedaliero oppure la possibile commistione con il Covid-19 oppure ancora una confusione dei sintomi legati al coronavirus o all’influenza”.

Ma pare che non sia andata affatto così. Nessun ospite delle strutture sanitarie protette di Alassio, Albenga, Savona e Loano è ancora stato vaccinato.

Una prima conferma arriva dalle parole del consigliere comunale e provinciale Eraldo Ciangherotti che afferma: “La nostra sanità pubblica è talmente ferita da essere la prima a dover essere rianimata e curata. Abbiamo ospiti nelle Rsa i nostri nonni, persone fragili, spesso non autosufficienti e con pluripatologie. Ad oggi, con tanta fatica sono riusciti a scampare il Covid e, per questa ragione, il governo Conte e il Ministro della Salute avrebbero dovuto fare il possibile per tutelarli nel rischio di altre malattie. E invece, ho appena verificato in diverse strutture della nostra provincia, i nostri nonni ricoverati nelle comunità residenziali non hanno ancora ricevuto la loro dose vaccinale antinfluenzale e neppure gli operatori che vi lavorano accanto per assisterli. A voi sembra normale? A me sembra roba da denuncia alle autorità competenti”.

E anche il  presidente dell’istituto Trincheri di Albenga, Piero Corradi, conferma: “Nessun ospite è stato vaccinato. Noi abbiamo seguito la prassi, quando abbiamo ricevuto dall’Igiene Pubblica un modulo da compilare per la richiesta del vaccino lo abbiamo compilato, inviato, ma ad oggi non abbiamo ricevuto nessun vaccino e i nostri ospiti risultano quindi scoperti dalla copertura vaccinale per l’influenza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.