IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il magic moment di mister Calistri

Lo speciale del Ct Vaniglia

Più informazioni su

Recentemente la società Asd Savona Calcio, ha comunicato che il sig. Marino Calistri, attualmente responsabile del settore giovanile biancoblù, andrà ad assumere con decorrenza immediata anche le prestigiose funzioni di “team manager”, affiancando il d.g. Matteo Marenco nel compito di rappresentare la società all’interno dell’area tecnica che continuerà ad essere gestita dal d.s. Pietro Arcuri.

La società neo costituita sta approfittando di questa sosta forzata dell’attività sul campo dovuta all’epidemia Covid 19 per cercare di darsi una struttura sempre più definita e organizzata recuperando così il tempo perduto. Vorremmo mettere meglio a fuoco questo personaggio del nostro calcio locale che ha alle spalle accumulato notevole esperienza e competenza.

Marino Calistri, classe 1962, giocatore di buon livello ha militato in varie squadre del levante ligure fino alla serie D ed ha svolto il suo lavoro di tecnico in numerose realtà quali Casarza Ligure, Sampierdarenese, Sestrese dove ha sempre raggiunto ottimi risultati. Da settembre ricopre il ruolo del rinato settore giovanile biancoblù e sta lavorando per riformare tutte le leve per la prossima stagione; compito che continuerà a portare avanti con l’ausilio di altre figure che presto entreranno a far parte dell’organigramma in via di completa definizione.

Capacità calcistica unita all’equilibrio e alla pacatezza comportamentale che sono due qualità che ben rappresentano all’interno e all’esterno sia lui che di conseguenza lo spirito del nuovo Savona. Come si è detto da giocatore ha militato nelle giovanili del Levanto e poi ha giocato in prima squadra sia nel Levanto che nel Monterosso, portando il primo in Serie D, scalando tutti i campionati dalla Terza Categoria all’Interregionale. Come naturale approdo ha conseguito il patentino di allenatore nel lontano 1993 ed ha allenato squadre perlopiù nel territorio spezzino (Levanto, Monterosso, Vernazza, Deiva Marina e come squadre giovanili Rivasamba e Casarza Ligure).

È passato poi alla Sestrese 1919  grazie all’interesse dei dirigenti Antonio D’Acierno e Rodolfo Perelli, che lo hanno scelto come allenatore dei Giovanissimi regionali 1999 aiutato da Gabriele Romagnoli. Mi ricordo bene quando nel 2014 aveva vinto il girone regionale con i verdestellati (ben 13 vittorie su 16 gare, 45 reti segnate, numeri da record).

Riporto una breve intervista dalla quale si evincono scorza e aspettative.

Quali sono i suoi sogni?
“Chiaramente come tutti gli addetti che operano nel mondo dilettantistico sarebbe di andare nei professionisti ma comunque penso sempre di dare il massimo nelle società in cui lavoro, ed in questo momento (parliamo della Sestrese leva 99) ho la fortuna di allenare un gruppo molto serio e di qualità”.

Che tipo di allenatore si sente di essere e con che schema giocano di norma le sue squadre?

“Sono severo e pretendo molto anche perché quando sono sul campo do tutto me stesso. Lo schema di riferimento è il 4-4-2 ma mi adeguo ai giocatori che ho a disposizione”.

Che differenza c’è  tra allenare le prime squadre e le giovanili?
“Il risultato non cambia. I rapporti che ho in squadra li ho direttamente con i giocatori mentre nelle giovanili oltre a loro devo avere anche rapporti con le loro famiglie”.

Benvenuto, dunque qui nel savonese! Le auguriamo buon lavoro e futuri successi anche tra le fila degli striscioni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.