IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il barista non può essere multato per gli assembramenti esterni al suo locale

Deve però avvisare i clienti degli obblighi di legge È invece responsabile di quanto accade all’interno o nel dehors

Savona. Alcuni esercenti si sono rivolti a IVG per chiedere chiarimenti sulle multe che possono essere elevate a titolari di bar per quanto riguarda gli assembramenti, com’è accaduto di recente a Savona in altre località della provincia.

Arriviamo subito a una conclusione, pur se, come sempre, la burocrazia italiana potrebbe lasciare spazio a qualche diversa interpretazione.

Il titolare del bar è responsabile di quanto accade all’Interno del suo locale, intendendo con questo anche il dehors; non può invece essere sanzionato per assembramenti esterni, non avendo – ovviamente – alcuna autorità per farlo. Deve però “avvisare i clienti” del divieto cui devono attenersi (come precisa una recente circolare del Capo di Gabinetto del Ministro dell’Interno) e in caso di rifiuto chiedere l’intervento delle forze dell’ordine.

Tutte le multe di cui si ha notizia si riferiscono quindi o a clamorosi casi di flagranza dentro i bar o a sanzioni elevate solo ai clienti.

Spiega il comandante della polizia di Savona, Igor Aloi: “Noi, ma credo sia il comportamento anche degli altri corpi, siamo intervenuti in casi eclatanti, multando il titolare del bar per evidenti situazioni illegali all’interno o i clienti sul marciapiede davanti all’esercizio. Comunque – aggiunge -, al di là delle disposizioni di legge nude e crude, il da farsi è chiaro, trattandosi di attività di asporto: il titolare deve servire le bevande o il cibo e il cliente deve subito allontanarsi, senza consumare nelle vicinanze”. E conclude: “Nella stragrande maggioranza dei casi il semplice avvertimento del barista è sufficiente a far allontanare i clienti che si fermino nei pressi dell’esercizio, a meno che non si tratti magari di ubriachi o pregiudicati inclini alla discussione o addirittura alla rissa”.

La legge dunque è sufficientemente chiara, e non risultano infatti multe a baristi per assembramenti esterni di cui non possono essere responsabili e che non hanno gli strumenti per evitare.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.