IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sono sei i finalisti liguri al concorso “Arteam Cup 2020” organizzato da un’associazione di Albissola Marina a Forlì foto

Sabato 5 dicembre sarà decretato il vincitore

Albissola Marina/Forlì. Sono 6 i liguri finalisti di Arteam Cup 2020, il concorso nazionale ideato dall’Associazione Culturale Arteam di Albissola Marina e giunto alla sua sesta edizione.

Gli artisti liguri sono la 28enne genovese Sofia Fresia, la 41enne genovese Eleonora Chiesa, la 60enne genovese Carla Iacono, il belga che vive ad Arcola in provincia di La Spezia Gabriele Landi (classe 1971), Mauro Panichella, 35enne di Genova e Maya Teresa Zignone, 67enne genovese di nascita e che vive a Recco.

Le opere artistiche dei 6 finalisti, assieme a quelle degli altri concorrenti, saranno esposte nella sede della Fondazione Dino Zoli di Forlì fino al 5 dicembre, data della premiazione ufficiale. In occasione di questa ultima giornata, la commissione giudicatrice individuerà tre vincitori di categoria (pittura, scultura e fotografia), e il vincitore assoluto di Arteam Cup 2020.

“La rinnovata collaborazione con l’Associazione Culturale Arteam – spiega Monica Zoli, di Dino Zoli Group – rientra a pieno titolo nella politica culturale della Fondazione Dino Zoli, tesa alla valorizzazione della creatività emergente (attraverso il programma “Who’s Next”) e al rafforzamento di reti di relazioni in ambito artistico ad ampio raggio. Ci riconosciamo pienamente nell’attenzione rivolta da Arteam agli artisti under 30 e, più in generale, alla costruzione di percorsi professionalizzanti. Dare opportunità ai giovani fa parte degli obiettivi che abbiamo più cari nell’attività imprenditoriale delle aziende del Dino Zoli Group e che trovano espressione anche nei progetti della nostra Fondazione”.

La mostra è curata da Matteo Galbiati, Livia Savorelli e Nadia Stefanel e presenta i lavori di 60 artisti finalisti individuati, tra i tanti partecipanti, da una giuria professionale composta da Marina Dacci (curatrice e membro del Comitato Scientifico della Fondazione Palazzo Magnani), Matteo Galbiati (critico d’arte e docente, Direttore web Espoarte e membro interno di Arteam), Lorenzo Madaro (curatore d’arte contemporanea e docente), Raffaele Quattrone (sociologo e curatore d’arte contemporanea), Leonardo Regano (storico dell’arte, critico e curatore indipendente), Livia Savorelli (Direttore Editoriale Espoarte) e Nadia Stefanel (direttrice della Fondazione Dino Zoli di Forlì, Cultural e Communication Manager per Dino Zoli Group).

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.