IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dopo 42 anni Simone cerca la madre naturale: “Ho perso i miei genitori adottivi. Chi può mi aiuti a trovarla”

La donna aveva partorito nell'agosto del '78 ad Albenga

Più informazioni su

Albenga. Non ha avuto un volto per 42 anni la donna che ad Albenga ha messo al mondo Simone, quel neonato affidato poi alle cure di un’altra famiglia. Ma ora, dopo anni, sembra arrivato il momento di svelare l’identità della giovane mamma che, quel 17 agosto del 1978, ha dato alla luce il bambino che ora è un uomo di 42 anni.

L’appello di Simone per trovare la madre naturale parte così sulla pagina Facebook dedicata a chi sta cercando le proprie origini o i propri cari di cui non hanno più notizia: “Mi chiamo Simone, sono nato ad Albenga il 17 agosto 1978, ma vivo in Toscana, ho saputo che mia madre naturale era sola e mi ha fatto adottare. Ho avuto due splendidi genitori per 40 anni che ora sono morti a poca distanza entrambi: ho saputo che alla nascita mi chiamavo Vito e che non ero il primo figlio… se qualcuno potesse aiutarmi cerco fratelli o sorelle o la donna che mi ha partorito. Grazie”.

Da quel semplice post, che nasconde tanta emozione, è subito partita una gara di solidarietà da parte del popolo social: centinaia di persone della zona di Albenga e di tutta Italia hanno accolto l’appello pieno di speranza di Simone e hanno costruito una catena di condivisione.

Albenga è una piccola città e chissà se anche solo con questi pochi elementi Simone riesca a ritrovare la mamma che lo ha lasciato alla sua nascita. La strada percorsa da Simone è di solito il primo strumento di ricerca, c’è chi si reca nell’ospedale di nascita tentando di risalire all’ostetrica che era di turno quel giorno, chi si rivolge ad un legale, chi invece ha provato a cercare i propri genitori biologici recandosi presso l’ufficio anagrafe del Comune in cui è nato.

La speranza per ognuno di loro è che su uno di quei documenti siano stati riportati i nomi dei genitori biologici. Simone ha scelto Facebook per trovare la madre, sperando che con la diffusione dei social e il tam tam che ne deriva potrà finalmente ritrovare la propria madre naturale e scoprire le proprie origini. L’invito è quello di far girare l’appello il più possibile e dare nel proprio piccolo una grande mano per questo uomo in cerca della madre.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.