IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Covid, Toti: “Dati in aumento nelle province, se necessario pronto a chiudere per salvare il Natale”

"So bene qual è la situazione dei nostri ospedali e quanto soffrono i lavoratori"

Liguria.Pronto a chiudere negozi, bar e ristoranti se serve a salvare i nostri cittadini, ad evitare che le persone si ammalino, ad aiutare i nostri medici e a scongiurare un lockdown durante il Natale”. Lo dichiara Giovanni Toti nella sua consueta diretta Facebook serale dedicata alla situazione Covid in Liguria.

Voglio scegliere insieme al Governo, è giusto che ci sia un confronto e non che ci si nasconda dietro l’assenza di dati” dice in riferimento all’azione della Procura che sta verificando i numeri forniti a Roma (leggi qui) ed aggiunge: “So bene qual è la situazione dei nostri ospedali, della nostra regione, so quanto stanno soffrendo commercianti, ristoratori, artigiani, come so bene come soffrono i nostri pronto soccorsi, ma nessuno pensi di scaricare la qualità del lavoro di centinai e centinaia di persone che da marzo raccolgono i dati e li trasmetto con grande puntualità. Poi su quei dati si può discutere, ne sarei grato di farlo con il Governo per prendere le decisioni migliori per il territorio”.

“Anche noi eravamo scettici riguardo alla classificazione della Liguria come zona gialla data la pressione sugli ospedali soprattutto nella Città di Genova e l’elevato numero dei contagi – ammette Toti – ma allo stesso tempo l’indice Rt sta scendendo e la curva dei ricoveri è alta, ma stabile. La decisione del ministero della Salute si è basata su 21 indicatori (tabella di rischio) più 3 rt (di scenario) che in Liguria sono tutti verdi, tranne un dato che è giallo”.

“Dobbiamo continuare a comportarci bene, ad indossare la mascherina e a proteggere i nostri anziani. Sono loro le categorie che rischiamo di più, non smetterò mai di dirvelo, perché ogni giorno il bollettino è un ecatombe dei nostri nonni. Salvaguardiamoli”.

E sempre riguardo ai dati: “Genova è arrivata al suo plateau dei contagi, ma sono in aumento nelle altre province della regione. Nonostante questo la curva sta crescendo meno di quanto ci aspettassimo nelle settimane scorse. Questo, però, non consola i nostri ospedali che sono gremiti, ripeto ancora: andate al Pronto Soccorso solo se strettamente indispensabile” conclude il presidente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Mimi70
    Scritto da Mimi70

    Mi piacerebbe sapere se il chiudere adesso per salvare il natale prevede il secondo tempo di chiusure tra gennaio e marzo, perchè diversamente mi piacerebbe sapere il motivo per il quale il Presidente ritenga che a metà DIcembre magicamente Covid sarà debellato. Riaprire al trasferimento delle Regioni a metà Dicembre? Certo che ne abbiamo bisogno, ma siamo disposti a pagarne il prezzo? Sicuri?

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.