IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Covid, il direttore sanitario dell’ospedale di Albenga: “Attualmente tutti i reparti e i servizi sono attivi” foto

Il consigliere regionale Arboscello (PD): "Necessaria collaborazione istituzionale per superare insieme la fase di emergenza Covid"

Albenga. Questa mattina si è tenuto un sopralluogo presso l’Ospedale Santa Maria di Misericordia di Albenga al quale hanno partecipato: il consigliere regionale Brunello Brunetto, il consigliere regionale Roberto Arboscello, il sindaco di Albenga Riccardo Tomatis e il direttore sanitario Dott. Luca Garra.

Durante l’incontro il dott. Garra ha fotografato lo stato attuale dell’Ospedale di Albenga. “Abbiamo dovuto fare un consistente sforzo logistico, ma posso dire che, attualmente, tutti i reparti e i servizi dell’Ospedale di Albenga sono attivi. Inoltre il reparto di pneumologia da Pietra Ligure sarà spostato ad Albenga proprio per l’attinenza con la patologia da Covid trattata in questa struttura” spiega il dott. Garra.

“Da oggi pomeriggio vi sarà, inoltre un’implementazione dei posti letto Covid che passeranno da 60 ad 83 grazie al trasferimento del reparto di fisioterapia dal quarto piano e siamo in costante contatto anche con strutture private per una eventuale collaborazione nel caso in cui i contagi dovessero aumentare.” afferma il dott. Garra.

La parte politica, dopo aver ascoltato e chiesto tutte le delucidazioni del caso ha manifestato un comune impegno ed attenzione sulla materia sanità.

“Sono particolarmente contento di essere stato contattato dai consiglieri regionali per questo sopralluogo perché la salute pubblica non deve e non può avere colore politico – afferma il sindaco Riccardo Tomatis che aggiunge – . Siamo consapevoli che la situazione è in continua evoluzione sulla base dell’andamento dei contagi da Coronavirus, ma quello che mi sento di chiedere da sindaco ed amministratore del territorio è che continuino ad essere mantenuti attivi tutti quei reparti e servizi dell’Ospedale indispensabili per rispondere alle esigenze del nostro comprensorio”.

Il primo cittadino, inoltre, ha sollevato l’importanza della medicina di prossimità che può fare concretamente da filtro verso gli ospedali. “Da medico posso dire che è importante la medicina di prossimità in grado di gestire i casi ovviamente meno gravi evitando che i pazienti si rechino autonomamente e a volte anche con sintomi minori presso gli Ospedali. Credo che un impegno in questo senso e un concreto sostegno di queste realtà sia fondamentale”.

Sul punto il consigliere regionale Brunello Brunetto si è dichiarato disponibile a portare sul tavolo della Regione la questione.

Presente durante il sopralluogo presso il nosocomio ingauno anche il consigliere regionale del Partito Democratico Roberto Arboscello: “La situazione di stress che sta vivendo il sistema sanitario regionale per l’emergenza Covid merita la massima attenzione e per questo farò visita in questi giorni ai Plessi ospedalieri della Provincia, per rendermi conto da vicino e capire le necessità. In questa fase è anche necessaria collaborazione politica e responsabilità,  come richiamato anche dal Presidente della Repubblica Mattarella” ha affermato il consigliere regionale.

Roberto Arboscello generica

“Questa mattina sono già stato all’Ospedale Santa Maria di Misericordia di Albenga che sta affrontando, come confermato dal direttore sanitario Dott. Luca Garra, un importante sforzo logistico. Anche qui, ho constatato due problemi che si trascinano in questa fase: la carenza di personale infermieristico e medico-sanitario in prima linea con settimane di turni straordinari e la carenza di posti letto, non sufficienti per assorbire anche le difficoltà degli ospedali genovesi – ha spiegato Arboscello -. Nonostante la situazione difficile, comprensibile e che va gestita, non si può però abbassare la guardia sui servizi essenziali per la salute pubblica dei cittadini. Parlo del punto di primo intervento momentaneamente sospeso proprio ad Albenga e alle voci in merito all’imminente chiusura del reparto di ostetricia e ginecologia del Santa Corona di Pietra Ligure, un servizio fondamentale, da anni oggetto di tira e molla, che copre un territorio vasto da Imperia all’entroterra savonese”.

“Su questi punti, chiediamo a gran voce rassicurazioni da parte di Regione Liguria, affinché sia chiarata la temporaneità della sospensione di questi servizi e il loro ritorno a pieno regime passata l’emergenza Covid. Sul tema della chiusura del Punto nascite a Pietra Ligure è già pronta una mia interrogazione che proverò a presentare già nel prossimo Consiglio Regionale. Abbiamo tutti  il dovere di monitorare la situazione e sviluppare delle proposte con cognizione di causa, per uscire dalla difficoltà dovute all’aumento della curva di contagio e garantire i servizi essenziali ai cittadini anche in riferimento alle altre patologie e necessità” ha concluso il consigliere democratico.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.