IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cos’è il conto deposito e perché conviene

Più informazioni su

Vuoi mettere al sicuro anni di risparmi ma non sai dove? Hai una somma di denaro da investire ed hai paura di andare in rosso? Da anni il conto deposito si è dimostrato essere la soluzione migliore in quanto, mentre il semplice possesso di un conto bancario non garantisce un ritorno, l’acquisizione di azioni o titoli di Stato (Bot, Cct e varianti) comporta sempre un rischio. Essi, infatti, sono soggetti all’andamento del mercato e abbastanza complessi da gestire se si è alle prime armi. Come possiamo iniziare a capirne qualcosa in più? Basta dare un’occhiata ai risultati di una ricerca Google per restare disorientati dal ventaglio di possibilità che vengono messe a disposizione. Vediamo allora di fare chiarezza su tutto ciò che è essenziale sapere a riguardo.

Come ottenerlo

Il primo passo per accedere ad un deposito è, se non lo si possiede ancora, quello di accendere un conto corrente bancario. Per farlo bisogna intanto considerare quali possono essere i costi ad esso associati. Abbiamo ad esempio quelli legati alle operazioni fatte nell’anno (bonifici, commissioni sui prelievi), al bollo, al canone mensile e, infine, al prezzo totale annuo, determinato dalla differenza tra gli eventuali interessi attivi sulle giacenze. Come districarsi tra tutti queste variabili?

Per ovviare alla consulenza con un addetto in banca, a tal proposito si rivelano di grande aiuto per avere un’idea i simulatori presenti sul Web: grazie a questi, infatti, inserendo alcuni valori come la modalità di apertura (in filiale o online), l’età del correntista ed i servizi che si desiderano (carta di debito o credito, internet banking) ed apparirà una lista con tutte le opzioni che possono fare al caso nostro.

Un discorso che vale per la finanza in generale: è consigliabile affidarsi alle possibilità offerte dai prodotti online, come per i conti deposito. Non solo sarà così più flessibile effettuare tutte le operazioni da casa 24 ore su 24 ogni giorno della settimana, ma sarà anche più conveniente per il nostro portafogli, grazie ai tagli su trasferimenti di denaro, canone annuo e ritiri dall’ATM, giusto per citare alcuni risparmi garantiti.

A questo punto possiamo passare ad analizzare il tipo di conto deposito più adatto a noi.

Conto deposito vincolato o libero: quale scegliere e quali sono i vantaggi

Allo stesso modo dei conti tradizionali, anche per quelli deposito esistono dei calcolatori virtuali che possono guidarci nella scelta. Ciò che cambia di solito sono i criteri da analizzare, che stavolta possono dividersi in: quota, durata ed eventuale vincolo del deposito.

La prima può partire da un minimo di 1000 Euro mentre per il tempo possono bastare persino 3 mesi. Ovviamente per entrambi è comunque raccomandabile aumentare i valori per riscontrare maggiori benefici. L’ultimo parametro, infine, funge da perno per distinguere i cosiddetti conti deposito vincolati, economicamente redditizi nel lungo termine ma dai quali non è possibile accingere, da quelli liberi, che restano sempre disponibili e perciò presentano dei punti critici. Rispetto a questi ultimi, infatti, se ci si impegna a vincolare il denaro sul conto deposito a tempo, si otterranno sicuramente condizioni di favore, come tassi di interesse più elevati o il pagamento anticipato degli interessi.

In conclusione, gli istituti bancari fanno a gara per accaparrarsi della nuova clientela e, per ottenerla, arrivano a promettere zero costi di apertura o gestione, liquidazioni periodiche.

Perché non approfittarne?

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.