IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Claudio Ranieri: è lui la guida della Samp  

Più informazioni su

C’è un allenatore italiano capace non solo di fare bene dal punto di vista sportivo in qualsiasi società, ma anche di entrare nei cuori delle tifoserie. Stiamo ovviamente parlando di Claudio Ranieri, il gentleman della panchina che quest’anno, alla guida della Sampdoria – come possiamo vedere su https://rabona.com/it – punta ad un campionato tranquillo, magari con uno sguardo all’Europa League.

Al momento i blucerchiati occupano la decima posizione in classifica, a quota 10 punti. Un buon ruolino di marcia che, però, può essere migliorato già dalle prossime sfide. Per migliorare la classifica serve soprattutto la mano degli attaccanti. Nella scorsa stagione la trazione offensiva della Sampdoria si affidava sul solo Quagliarella affiancato a rotazione da Ramirez o Gabbiadini. Nell’ultimo mercato, però, si sono aggiunti giocatori di assoluta qualità per una squadra in lotta per la salvezza. Antonio Candreva ha lasciato subito il segno, Keita Baldè si sta inserendo bene e il giovane Damsgaard sta dimostrando di poter avere un futuro molto interessante.

A centrocampo poi è stato acquistato l’esperto Adrien Silva e il ritorno del rivitalizzato Verre sarà molto utile per Ranieri. In difesa sta sorprendendo il terzino Augello oltre ai soliti Colley e Yoshida. La squadra ha una buona impronta di gioco e può migliorare ancora molto. Quest’anno i gol non arriveranno solo da Quagliarella e Gabbiadini.

Nelle prossime settimane il primo obiettivo è il recupero degli infortunati e il ritorno in condizione di calciatori che sono ancora in ritardo. Il secondo è il passaggio del turno in Coppa Italia, che avrebbe una duplice importanza: la Sampdoria andrebbe avanti nella competizione si aggiudicherebbe la stracittadina. Il terzo, non da meno, confermare la classifica in campionato. Ora la squadra blucerchiata si trova in una posizione tranquilla, ma due vittorie potrebbero farle fare un balzo in classifica importante.

Il futuro

Nel frattempo una partita importante si gioca sul fronte del mercato che verrà. Uno dei nomi più chiacchierati è quello di Gaston Ramirez, il cui futuro potrebbe essere lontano dai blucerchiati. Il contratto che lega il trequartista al club ligure è infatti in scadenza a giugno del 2021, ovvero al termine della stagione. Ecco, pertanto, che per il calciatore uruguaiano potrebbe arrivare un addio. Per la società di Massimo Ferrero sarebbe una perdita importante. In tal caso, la dirigenza potrebbe muoversi a gennaio per trovare un degno sostituto del classe 1990. Potrebbe così partire la caccia ad una nuova mezza punta per la Sampdoria, che potrebbe andare a Pescara dalla Serie B. Ecco il possibile tentativo a gennaio per Filippo Falco. Trequartista o seconda punta, i rapporti del numero 10 del Lecce con il club sembrano compromessi. C’è ancora tensione con la dirigenza tra la trattativa per il rinnovo, che ancora non arriva, e la mancata cessione in estate, quando era forte l’interesse del Crotone neopromosso in A. La richiesta di Corvino per il fantasista è di 4-5 milioni di euro. La Samp, da parte sua, non vorrebbe andare oltre i 2,5 o massimo 3 milioni.

Inoltre nelle ultime ore si è tornato a parlare delle piste che, già in estate, volevano portare a Bogliasco sia Federico Fazio (tuttora in forza alla Roma), che Fernando Llorente (dato in orbita Athletic Bilbao, con il Doria sullo sfondo), senza trascurare l’immancabile pista di un pupillo della Gradinata Sud, quale Éder Citadin Martins, complici anche i “messaggi d’amore” (tipo il “Torna a casa” rivoltogli da molti tifosi, su Instagram, in occasione del suo recente compleanno, ma sono stati ancora più numerosi i nomi nuovi, saltati fuori, nel tentativo di indovinare  qualche nuovo Damsgaard scoperto da Pecini.

A dire il vero, sono riemerse anche le voci di Alex Collado Gutiérrez (trequartista e/o esterno offensivo mancino, capitano del Barcellona B) e di Kelvin Amian (terzino destro di spinta del Tolosa, che può anche giostrare da difensore centrale), ma soprattutto di Youssef Maleh, centrocampista italiano, con cittadinanza marocchina, del Venezia e dell’Under 21 azzurra.

Tra i nomi più caldi c’è quello di Sami Mmaee, difensore classe ’96, del Sint-Truidense, di origini camerunensi e con cittadinanza belga, che ha infine optato per rappresentare la Nazionale del Marocco, con cui ha già collezionato 3 presenze nel 2020, ma anche Michal Sacek, altro ventiquattrenne, che gioca nello Sparta Praga (e nell’Under 21 della Repubblica Ceca). Occhio anche a Enzo Le Fèe, centrocampista centrale del Lorient e di Jesper Lindstrom, trequartista del Brondby, entrambi classe 2000 e catalogabili nei colpi “alla Pecini”… Quest’ultimo ha già giocato qualche minuto nella Nazionale danese, nella vittoria per 2-0, dello scorso 11 novembre, contro la Svezia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.