IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Celle, imprenditore ammaina il Tricolore per protesta: “Tornerà a sventolare solo quando il Governo darà aiuti concreti”

Amareggiato e soffocato dalle restrizioni

Celle Ligure. Oggi c’è lo stesso vento che per mesi ha mosso il Tricolore che garriva sulla collina dei Ferrari, frazione a due passi dal centro, durante il primo Lockdown. Ma, in questo giovedì di novembre, la bandiera che ci rappresenta è stata ammainata da Riccardo Rebagliati, l’imprenditore che per mesi, con la sua famiglia, in un gesto di solidarietà e fratellanza, la sventolava, ogni pomeriggio, dal terrazzo di casa, sulle note dell’Inno Nazionale di Mameli.

Riccardo Rebagliati Celle

Il filo conduttore di quei giorni di chiusura era la “musica che unisce”. “Oggi sono costretto a chiudere questa bellissima bandiera che ci copre come una calda coperta – racconta a Ivg Riccardo Rebagliati – Purtroppo tutti gli impegni presi dai politici non sono stati mantenuti. Noi, titolari di partita Iva, abbiamo bisogno di un aiuto concreto: ad oggi sono arrivate solo promesse e confusione. La situazione attuale è grottesca”.

Rebagliati ci lascia però con una speranza: “Auspico che il Tricolore torni a sventolare – precisa – Quando lo Stato ci darà aiuti concreti, quindi zero tasse da pagare, sicuramente canteremo di nuovo tutti insieme l’Inno Italiano”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.