IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Celle, il Covid entra nella casa di riposo N.S. di Misericordia: primi tre casi

Una donna ricoverata, altre due asintomatiche

Celle Ligure. Tre ospiti della casa di riposo Nostra Signora di Misericordia positive al COVID-19. Una è ricoverata in ospedale, le altre due, positive asintomatiche, sono tornate nella struttura in un’area appositamente dedicata.

Fino alla scorsa settimana, all’interno della struttura, nessun caso Covid dall’inizio della pandemia, quando era stata chiusa al pubblico. Blindata. Poi, in estate, aveva sì riaperto i battenti alle visite dei parenti ma in regime di assoluta sicurezza, tanto che potevano vedere i loro cari in una zona circoscritta e protetta da una barriera totale in plexiglass: parlando tra di loro per mezzo del cellulare. Dal 19 ottobre poi il portone della casa di riposo in centro a Celle, a due passi dall’Aurelia, si era nuovamente chiuso ai visitatori.

“Fin dall’inizio della pandemia abbiamo mantenuti alti i livelli di sicurezza – precisa il Cda della Fondazione N.S. di Misericordia – anche quando, quest’estate, una parvenza di normalità sembrava poter tornare, non abbiamo mai voluto abbassare la guardia. Pur essendo stati dichiarati covid-free, consapevoli del rischio, non ci siamo adagiati perché testiamo con mano, ogni giorno, quanto la situazione sia difficoltosa. Il monitoraggio costante di ospiti e personale – conclude – ci ha consentito quindi di acclarare questi casi sul nascere, poiché pochissime settimane prima un giro di test aveva confermato la negatività di tutti”.

Dallo scorso marzo avvengono periodiche santificazioni all’interno della struttura. Sono una cinquantina oggi gli ospiti presenti nella storica residenza per anziani, ora confinati nelle loro stanze dove pranzano e cenano in attesa del tampone. “Ho sentito mio padre al telefono – ci racconta il figlio di un ospite – mi è parso tranquillo anche se vorrebbe poter scendere in cortile a fare due passi”.

C’è un gran da fare all’interno delle mura dell’edificio. Il personale sta disinfettando ogni minimo angolo per poter al più presto ridare agli ospiti i loro spazi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.