IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Celle, ancora “semaforo rosso” per il ritorno al traffico ordinario in centro

Sgomberata la corsia vicino alla Olmo e di nuovo occupata

Più informazioni su

Celle Ligure. C’è un nuovo stop per quanto riguarda il ripristino del traffico ordinario in centro: il semaforo di via Colla rimarrà ancora attivo a causa della corsia appena sgomberata dai materiali di cantiere, per l’ampliamento del sottostante Rio Santa Brigida, e prontamente rioccupata da tredici grosse lamiere che serviranno per quello nei pressi delle case del centro storico che avrebbero subito danno dalle trivellazioni.

Nessun sospiro di sollievo al momento per gli automobilisti che speravano, nel giro di due, tre giorni, di tornare ad un traffico normale senza le lunghe file nella zona a monte del paese.
La corsia che consentirebbe il transito con lo sbocco sull’Aurelia è nuovamente occupata.

“Aspettiamo che l’Anas e la società aggiudicatrice dei lavori arrivino ad un accordo per lo spostamento di queste lamiere – afferma Giancarlo Tacchino consigliere comunale con delega alla viabilità – Confidiamo che nelle prossime ore sia rimosso il silos di cemento, posizionato nel cantiere vicino alle case del centro storico, in modo tale che venga ricavato lo spazio per riposizionare questo materiale. Ciò consentirebbe di riaprire finalmente la strada nei pressi della fabbrica Olmo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.