Precisazione

Ambra di Albenga, Tomatis: precisa: “Il teatro deve rimanere a prescindere da Mesiano”

"Il Teatro Ambra è importante per Albenga e per la nostra cultura. Non vogliamo perderlo"

Teatro Ambra Albenga

Albenga. “Se Mario Mesiano, che ora gestisce il Teatro Ambra, dovesse decidere di lasciarlo, così come spesso afferma e dichiara pubblicamente, allora la disponibilità dello stesso tornerebbe in capo alla proprietà che potrebbe decidere di disporne autonomamente”. A dirlo è il sindaco di Albenga Riccardo Tomatis, inserendosi nuovamente nella “questione” relativa al futuro del cinema-teatro ingauno.

“Quando abbiamo specificato la volontà di opporci ad una eventuale trasformazione del Teatro Ambra in supermercato (o qualunque altra ipotesi di trasformazione dello stesso) abbiamo voluto lanciare un messaggio forte alla città. Il Teatro Ambra è importante per Albenga e per la nostra cultura. Non vogliamo perderlo. Sebbene sappiamo che il Teatro sia stato salvato dalla trasformazione in supermercato e, come amministrazione, con Cangiano sindaco, abbiamo fatto molto in tal senso, purtroppo tale possibilità non è stata del tutto scongiurata”.

“Pertanto – ribadisce il sindaco – a prescindere dalla figura di Mesiano, quello che vogliamo sottolineare è che faremo tutto quanto è nelle nostre possibilità per fare in modo che il Teatro Ambra rimanga ad Albenga e continui ad essere fulcro della cultura per la nostra città”.

leggi anche
Riccardo Tomatis
Contrattacco
Teatro Ambra di Albenga, Tomatis a Ciangherotti: “Mozione non votabile e superficiale, la giunta tutela la cultura”

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.