IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albisola Superiore, attivato il bando per il sostegno affitti

Accessibile a chi ha un ISEE inferiore a 16 mila euro e un affitto non superiore a 600 euro al mese

Più informazioni su

Liguria. Avviata nel Comune di Albisola Superiore un’altra misura a sostegno dei cittadini in difficoltà sul piano economico: si tratta del bando per l’assegnazione di contributi ai conduttori di alloggi in locazione. La giunta comunale aveva approvato il provvedimento lo scorso 18 settembre.

Le domande potranno essere presentate fino al 26 novembre attraverso differenti modalità (consegna all’ufficio protocollo, inviata a mezzo raccomandata, via PEC o presentata on line attraverso il portale del cittadino). I contributi attingeranno dai quasi 44 mila euro erogati dalla Regione Liguria mediante il riparto delle risorse del Fondo nazionale per il sostegno alle abitazioni in locazione, somma che potrà essere eventualmente integrata con risorse messe a disposizione dal Comune di Albisola Superiore.

Al bando possono partecipare i cittadini albisolesi conduttori di alloggi in locazione titolari di un contratto ad uso abitativo prima casa, regolarmente registrato e non stipulato tra parenti o affini entro il 2° grado, che abbiano un ISEE non superiore a 16.000 euro ed un canone annuo di affitto non superiore a 7.200 euro.

“Abbiamo formulato un bando – afferma l’assessore ai Servizi Sociali Calogero Sprio – che sarà in grado di fornire risposte a due diverse tipologie di difficoltà presentate dagli abitanti: da un lato quelle affrontate in linea ordinaria da coloro che subiscono il disagio dato da un rapporto estremamente penalizzante fra l’ammontare del canone d’affitto e il reddito percepito; dall’altra quelle di cui sono rimasti invece vittime gli albisolesi che hanno subito pesanti conseguenze a livello economico a seguito dei provvedimenti adottati dal governo per fronteggiare l’emergenza sanitaria durante la scorsa primavera”.

Nel primo caso il contributo teorico erogabile sarà pari al 30% del canone di locazione annuo rapportato al numero di mesi per i quali è stato effettivamente corrisposto; nel caso invece di chi è entrato in difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria il contributo teorico erogabile è pari al 50% del canone di locazione annuale. I cittadini interessati dovranno documentare la riduzione superiore al 30% del reddito complessivo del nucleo familiare nei mesi tra marzo e giugno 2020 rispetto allo stesso periodo dell’anno 2019; inoltre per questa seconda fattispecie è previsto l’effettivo sostenimento da parte del nucleo familiare dell’onere relativo a tutte le mensilità dovute del canone di locazione nell’annualità 2019.

“La pandemia – afferma Sprio – oltreché sul piano sanitario ha determinato conseguenze anche sotto il profilo economico e sociale; come Amministrazione abbiamo adottato varie misure a supporto dei cittadini in condizioni di maggiore fragilità talvolta sostenute da risorse erogate dal Governo e dalla Regione Liguria; la presenza molto capillare di noi amministratori sul territorio e i diversi contesti di ascolto rivolti alla cittadinanza ci hanno permesso e ci permetteranno, compatibilmente con le risorse disponibili, di tarare sempre più le risposte da fornire alle diverse domande di aiuto presentate dalla cittadinanza”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.