IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, calano gli introiti della tassa di soggiorno: il turismo non molla, ma è in affanno

Quasi 47mila euro in meno rispetto al 2019, ma il periodo estivo ha dato un po' di respiro alle strutture ricettive

Albenga. Calano gli introiti derivanti dalla tassa di soggiorno, quasi 47mila euro in meno rispetto al 2019. Ad influire sulla riduzione degli incassi comunali, sicuramente il lockdown nazionale della prima metà dell’anno che ha causato la chiusura delle strutture ricettive. Ma analizzando i dati, il turismo ad Albenga sembra tenere seppur in affanno.

Lo scorso anno gli introiti totali della tassa di soggiorno erano pari a 130.585,70 €, di cui € 40.717,90 incassati da aprile a giugno e circa 90.000 € nel secondo periodo – precisa l’assessore al turismo Alberto Passino – Siamo a passati a cifre ben inferiori nel 2020. Oggi il totale incassato è di 83.761,30 € (€ 8.187,50 nel primo periodo e 69.606,30 € nel secondo fino ad oggi), anche se potrebbero pervenire altre dichiarazioni oltre la data di scadenza del 16 novembre”.

A commento dei dati, Passino aggiunge: “Il 2020 è stato per il turismo un anno sicuramente orribile e difficile sotto il profilo economico. A seguito della pandemia da Covid-19 e delle conseguenti limitazioni agli spostamenti tra regioni e dall’estero, la ricettività delle strutture turistiche e il sistema economico nazionale sono stati danneggiati e ovviamente anche Albenga ne ha subito le conseguenze. I dati, però, dimostrano che malgrado il calo strutturale, quando le maglie dei Dpcm si sono allentate, Albenga come città turistica ha tenuto. Il periodo clou dei mesi estivi ha garantito, seppur con minori introiti, una sussistenza al settore turistico che ha potuto esercitare, anche se maniera limitata, la propria attività. Il futuro è tutto da scrivere e auspichiamo che il peggio ormai sia passato”.

L’amministrazione con il comitato locale turistico non è però rimasta ferma e per questo Natale ha voluto iniettare un po’ di fiducia al settore riproponendo un’iniziativa di successo: “Albenga si illumina d’immenso”.

“Con questo progetto di marketing turistico, sviluppato insieme alla Slea, porremo le basi e le condizioni per impostare nel 2021 un nuovo metodo di lavoro e una programmazione che saranno elaborati in sinergia con le attività economiche del settore – spiega l’assessore – L’obiettivo è che il Comune fornisca una professionalità sempre maggiore alle attività economiche, per arricchire le loro competenze e  far si che la città di Albenga diventi sempre più meta turistica. Gli introiti della tassa di soggiorno servono per supportare questa programmazione e sostenere questo tipo di politiche” conclude.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.