IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Agevolazioni per i canoni demaniali, il consigliere Invernizzi: “Un aiuto per le categorie in difficoltà”

Lo prevede l'art. 100 del decreto "Agosto" varato dal Governo

Alassio. La possibilità di avere delle agevolazioni sul pagamento dei canoni demaniali arretrati dei beni incamerati e non del demanio marittimo. Lo ricorda il consigliere di massioranza ad Alassio Rocco Invernizzi, riguardo all’art. 100 del decreto “Agosto” varato dal Governo a sostegno dell’emergenza-crisi legata al Covid ed entrato in vigore ad ottobre.

“Questa mia segnalazione è doverosa in qualità di amministratore pubblico per dare risposta alle difficoltà che in questo periodo di contrazione dell’economia cittadina e nazionale dovuta all’emergenza sanitaria si ripercuote sulle categorie economiche del nostro tessuto economico” afferma Rocco Invernizzi.

“E’ indispensabile segnalare all’ufficio demanio del Comune di Alassio questa possibilità per dare il supporto necessario a chi necessitasse di sostegno e consulenza per la compilazione delle domande e aderire alle agevolazioni”.

“Ad Alassio sono in molti a poter beneficiare di questo provvedimento in un periodo così complicato” conclude Invernizzi.

DI COSA SI TRATTA – L’articolo 100 contiene nuove disposizioni in tema di concessioni del demanio marittimo, lacuale e fluviale: il comma 1 estende l’applicazione dei commi 682 e 683 della legge di bilancio 2019 relativi alla durata quindicennale delle concessioni demaniali ivi indicate anche alle concessioni lacuali e fluviali, comprese quelle gestite dalle società sportive iscritte al registro Coni, nonché alle concessioni per la realizzazione e la gestione di strutture dedicate alla nautica da diporto e ai rapporti aventi ad oggetto la gestione di strutture turistico ricreative in aree ricadenti nel demanio marittimo per effetto di provvedimenti successivi all’inizio dell’utilizzazione.

I commi 2, 3 e 4 rivedono i criteri di calcolo del canone relativo alle concessioni demaniali marittime con finalità turistico ricreative per le pertinenze destinate ad attività commerciali, terziario-direzionali e di produzione di beni e servizi e alle concessioni relative alla realizzazione e gestione di strutture dedicate alla nautica da diporto. Nelle more della revisione dei canoni demaniali, i procedimenti amministrativi pendenti connessi all’applicazione dei criteri per il calcolo dei canoni sono sospesi fino al 15 dicembre 2020 e i provvedimenti già adottati oggetto di contenzioso, inerenti al pagamento dei canoni sono inefficaci. La sospensione non opera se sono in corso procedimenti penali inerenti alla concessione o se il concessionario o chi detiene il bene è sottoposto a procedimenti di prevenzione, a misure interdittive antimafia o alle procedure del Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione.

Infine i commi da 7 a 10 stabiliscono regole speciali per la definizione del contenzioso relativo alle concessioni demaniali marittime per finalità turistico-ricreative e per la realizzazione e la gestione di strutture dedicate alla nautica da diporto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.