IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Varazze, raccolta differenziata oltre il 65% richiesto dalla legge

Bozzano: "Il raggiungimento della percentuale minima di legge è sicuramente un punto di partenza e non di arrivo nel percorso intrapreso"

Varazze. Ottime notizie sul fronte ambientale arrivano dal Comune di Varazze. Secondo i dati diffusi dalla Regione Liguria, la percentuale di raccolta differenziata raggiunta dal Comune di Varazze  si assesta al 65,07 per cento, quindi oltre il minimo di legge del 65 per cento obbligatorio per tutti i Comuni al 31 dicembre 2020 e dunque con un anno in anticipo rispetto alle tempistiche di legge.

“È un grande risultato non solo per l’amministrazione ma per la città intera – commenta il sindaco Alessandro Bozzano – il raggiungimento della percentuale minima di legge è sicuramente un punto di partenza e non di arrivo nel percorso intrapreso. Non possiamo e non dobbiamo accontentarci di ciò”.

“Quando abbiamo introdotto il sistema di raccolta differenziata spinto – prosegue il vice sindaco ed assessore all’ambiente Luigi Pierfederici – ovvero un sistema che prevede il porta a porta per le attività commerciali e la raccolta stradale ad accesso controllato per le utenze domestiche. La percentuale comunale sulla raccolta differenziata era al 18 per cento nonostante l’obbligo della differenziazione del rifiuto fosse già vigente. Ricordo che per la scelta del servizio abbiamo optato per un sistema di raccolta che fosse comodo per l’utenza, a Varazze, infatti, è possibile conferire sia l’umido che tutte le altre frazioni carta, plastica, secco e vetro tutti i giorni senza limitazioni di orario. L’accesso ai cassonetti é controllato da una chiavetta personale e nominativa, ma é libero sulle  24 ore tutti i giorni. Molti altri comuni hanno l’accesso limitato a 2 giorni alla settimana”.

“Il salto in avanti della città è quindi di quasi 50 punti in percentuale ed in aggiunta anche il tasso di riciclo delle singole frazioni di rifiuto, ovvero plastica, carta, vetro e metallo supera la percentuale minima prevista per tutte le tipologie. Ricordo che la qualità della plastica era leggermente scarsa negli anni passati ma per il 2019 anche questo dato è entrato nei parametri. Come anticipato siamo soddisfatti ma non appagati per il risultato raggiunto. Sicuramente il risultato per l’anno 2020 sarà un’incognita a causa delle difficoltà legate al Covid ed è proprio per mantenere il risultato raggiunto che vogliamo fare ancora meglio. Sappiamo che il nostro sistema di raccolta va migliorato sotto alcuni aspetti e per fare ciò vogliamo collaborare con la cittadinanza e le attività commerciali della nostra città. Dobbiamo consolidare la percentuale di raccolta su risultati ben superiori e siamo certi che con la collaborazione di tutti riusciremo a farlo”, conclude il vice sindaco.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.