IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Varazze aderisce a “Io non rischio 2020”, progetto dedicato alle buone pratiche di protezione civile foto

Quest'anno la campagna si è svolta sulle piattaforme social della Protezione Civile e PF Citta di Varazze

Varazze aderisce alla campagna “Io non rischio 2020”, un progetto finalizzato a comunicare le buone pratiche di protezione civile e alla prevenzione dei rischi da terremoto, maremoto e alluvione, promossa dal Dipartimento di Protezione Civile con Anpas (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze), INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) e Reluis (Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica), alla quale possono aderire, sia associazioni che enti pubblici.

Non una novità per la città varazzina che, in collaborazione con la locale Protezione Civile “A. Fazio” e i suoi volontari, ha sempre aderito a questa iniziativa con laboratori e stand informativi organizzati nella centrale piazza Nello Bovani. Quest’anno, a causa dell’attuale emergenza sanitaria, la campagna si è svolta sulle piattaforme social della Protezione Civile e PF Citta di Varazze, proponendo una serie di video a tema, predisposti nei precedenti giorni, con il coinvolgimento di amministratori, tecnici, noti artisti ed esperti della comunicazione. Ma non è escluso che l’appuntamento possa protrarsi nelle “piazze digitali” anche nei prossimi giorni a beneficio della comunità e soprattutto degli alunni delle scuole di ogni ordine e grado.

“Il nostro territorio – dicono dall’amministrazione – è soggetto a fenomeni alluvionali e a dissesti idrogeologici, pertanto informare la cittadinanza sui corretti comportamenti da tenere prima, durante e dopo un evento di questo tipo, è sicuramente utile ed è bene che ogni componente della Comunità ne prenda conoscenza e si convinca che la Protezione Civile siamo noi, perché, come dicono gli esperti della Protezione Civile: ‘Conoscere quali sono i pericoli del territorio e le buone pratiche da adottare, permette di ridurre i rischi correlati e agevola le operazioni di soccorso, a volte prevenendole'”.

“Io non rischio è una campagna di comunicazione nazionale sulle buone pratiche di protezione civile. Ma ancora prima di questo, Io non rischio è un proposito, un’esortazione che va presa alla lettera. L’Italia è un paese esposto a molti rischi naturali, e questo è un fatto. Ma è altrettanto vero che l’esposizione individuale a questi rischi può essere sensibilmente ridotta attraverso la conoscenza del problema, la consapevolezza delle possibili conseguenze e l’adozione di alcuni semplici accorgimenti. E attraverso conoscenza, consapevolezza e buone pratiche poter dire, appunto: “Io non rischio'”.

L’amministrazione conclude con i ringraziamenti: “Un doveroso grazie a quanti si sono adoperati e collaborato alla realizzazione di questo utile ed interessante progetto”.

Alcuni dei video pubblicati on-line dai Volontari di Protezione Civile di Varazze:

Trekking urbano Riscopriamole zone colpite negli anni … >>

I Vegetti presentano … >>

Piero Spotorno racconta l’alluvione a Varazze del 1968 … >>

Evento Alluvionale del 4 ottobre 2010 raccontato da Lorenzo Ravano … >>

Evento alluvionale novembre 1968 Varazze … >>

Linea Del Tempo sugli eventi Alluvionali Varazze … >>

Alluvione Varazze del 1915 …>>

E con questo video chiudiamo la campagna iononrischio2020

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.