IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Treno per Marsiglia, Rossetti (Pd): “No alla soppressione. Toti intervenga”. Berrino: “Parli col ministro De Micheli, l’azienda non è regionale”

Il convoglio ferma in Liguria: a Genova, Savona, Finale, Albenga, Alassio, Diano, Imperia, Sanremo e Ventimiglia

Liguria. “Genova e la Liguria non possono perdere il collegamento ferroviario con Marsiglia”. A lanciare l’allarme è il consigliere regionale del Gruppo del PD ligure Pippo Rossetti dopo che Thello, l’operatore che gestisce la linea, ha annunciato di voler di cancellare il treno Milano-Nizza-Marsiglia, che fermava anche in Liguria (nello specifico a Genova Principe, Savona, Finale Ligure, Albenga, Alassio, Diano, Imperia, Sanremo e Ventimiglia).

“Il presidente Toti intervenga al più presto – sottolinea l’esponente del Partito Democratico – il nostro territorio non può perdere questo collegamento diretto con la Francia”.

“In questi anni di promesse non mantenute (chi si ricorda il grande annuncio sul treno veloce Genova- Milano, mai concretizzato?), Toti e la sua maggioranza cerchino almeno di non prendere ciò che abbiamo. Sarebbe un vero disastro per tanti passeggeri liguri. La giunta convochi un tavolo per scongiurare questa decisione”, conclude Rossetti.

L’assessore regionale ai trasporti Gianni Berrino risponde: “Il consigliere del Partito Democratico Rossetti inizia il suo nuovo mandato così come ha finito quello vecchio: sempre sbraitando ma sbagliando come al solito il bersaglio dei suoi strali. Gli ricordo che Thello è una società controllata interamente da Trenitalia e quindi facente parte del gruppo Ferrovie dello Stato. Pertanto sarebbe meglio che indirizzasse le sue preoccupazioni al ministro De Micheli la quale, tra l’altro, fa parte dello suo stesso partito anziché fare sterili polemiche a mezzo stampa”.

“Come Regione abbiamo già protestato al ministero manifestando il nostro disappunto a questa possibilità. Per adesso i treni ci sono e non abbiamo ricevuto comunicazioni ufficiali dall’azienda in merito alla loro soppressione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.