IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Millesimo e Vadese: finisce in parità (1 a 1) una battaglia con quattro espulsi risultati foto

La formazione guidata da Saltarelli va al riposo avanti di una rete, segnata da Macagno. Nel finale di gara i giallorossi agguantano il pari con Bove

Millesimo. Millesimo e Vadese, nelle prime due giornate del girone A2 di Prima Categoria, hanno avuto un andamento molto differente. I giallorossi, dopo aver riposato nel turno inaugurale, sono incappati in un’inattesa sconfitta sul campo dell’Altarese. La formazione di mister Saltarelli ha vinto sul terreno del Quiliano&Valleggia per poi ripetersi ai danni della Letimbro.

Oggi le due squadre si affrontano sul campo di Millesimo, con fischio d’inizio alle ore 15.

Mister Simone Peirone schiera Rabellino, Bove (cap.), F. Negro, Protelli, Franco, Sismondi, L. Negro, Arena, Ciravegna, Salvatico, Pizzorni.

In panchina Briano, Ferri, Schettini, Bertuzzo, Gallo, Saviozzi, Morielli, Rovere, Raimondo.

Tony Saltarelli presenta gli azzurrogranata con Provato, Crocilla, Pulina, Marchi, Suetta, Vittori, Macagno, Mandaliti (cap.), Quaglia, Giannone, Salis.

A disposizione Ceraolo, Appice, Signori, Brondo, R. Tona, Berardi, Brando.

Dirige l’incontro Luca Novaro Mascarello della sezione di Imperia.

Prima della gara viene osservato un minuto di raccoglimento per ricordare il nonno di Enrico Saviozzi, mancato nei giorni scorsi. Il pubblico è sistemato in piedi o su alcune sedie a bordo campo, dato che la tribuna, danneggiata dal maltempo di un paio di settimane fa, non è ancora agibile.

Millesimo schierato col 4-3-3 con Rabellino tra i pali; in difesa da destra Bove, Franco, Sismondi, F. Negro; a centrocampo Arena, L. Negro, Protelli; in attacco Ciravegna e Pizzorni esterni d’attacco con Salvatico al centro del reparto offensivo.

Vadese in campo col 4-3-3 con Provato in porta; difesa con Crocilla, Suetta, Marchi, Pulina; sulla mediana Mandaliti, Giannone, Vittori; Quaglia al centro dell’attacco affiancato da Macagno e Salis.

Si comincia con una decina di minuti di ritardo. La prima nota di cronaca, al 12°, è l’ammonizione di Arena. La punizione sulla trequarti, battuta da Giannone, non viene controllata da Salis.

All’8° spizzata di Salvatico per Ciravegna; l’arbitro ravvisa una posizione di fuorigioco.

Al 9° Ciravegna da fuori area calcia di prima intenzione, Provato respinge in angolo. Corner, testa di Suetta e ripartenza vadese, nulla di fatto.

Partita decisamente maschia; al 10° Giannone viene ammonito per un intervento duro su Salvatico.

Al 13° punizione calciata da L. Negro, colpo di testa di Bove: sul fondo.

La Vadese passa in vantaggio al 17°. Macagno elude il fuorigioco, si presenta a tu per tu con Rabellino e lo fredda con un pallonetto. 0 a 1. Alla prima vera occasione da rete la formazione di mister Saltarelli va a segno, approfittando di una difesa avversaria mal piazzata. Gli ospiti si sono mostrati sornioni e pratici; in questa prima fase di gioco hanno controllato la gara e alla prima opportunità sono stati capaci di colpire.

Il Millesimo, oggi privo di due giocatori importanti quali Venturino e Torra, e con Morielli in panchina, aveva comunque affrontato la gara col piglio giusto. Ora, dopo aver subito il gol, i giallorossi sembrano aver accusato il colpo sul piano mentale; l’impegno c’è ma l’organizzazione è poca.

Al 21° conclusione da fuori area di Giannone, deviata, termina a lato. Angolo battuto da Mandaliti, cross, Rabellino in presa.

Dopo un fallo su Salvatico c’è qualche momento di tensione. Punizione battuta da L. Negro, palla insidiosa in area, Suetta di testa rinvia, Salvatico la ributta in mezzo; azione confusa, Ciravegna va a terra e reclama il rigore, l’arbitro lascia correre.

Al 28° brutta entrata di Suetta su Ciravegna: ammonito. Punizione dalla lunga distanza, L. Negro tira direttamente in porta: Provato è attento e non si fa sorprendere dalla palla che gli rimbalza davanti.

Tra i giocatori della Vadese si sta mettendo particolarmente in luce il classe 2002 Vittori. In difesa eccelle Suetta, classe 1977.

Ancora una punizione calciata da Lorenzo Negro, al 35°: palla in area, Salvatico sfiora di testa, c’è fuorigioco.

Al 38° Macagno salta un paio di uomini e va al tiro, ma la conclusione è debole e termina a lato alla sinistra di Rabellino.

Nel recupero della prima frazione corner per i padroni di casa. Nell’occasione Provato resta a terra, poi riesce a riprendere. Dalla bandierina L. Negro mette in mezzo, Bove svetta di testa ma non riesce ad impattare bene la palla.

Si va al riposo con la Vadese in vantaggio per 1 a 0.

Il secondo tempo scatta alle ore 16,12. Il Millesimo ci prova subito con Pizzorni: conclusione debole.

Al 5° tambureggiante azione di Pulina, palla a Salis la cui conclusione non impensierisce Rabellino.

Inizio ripresa che vede le due squadre giocare principalmente a centrocampo. Il gioco del Millesimo appare un po’ troppo compassato e la difesa della Vadese, molto corta e compatta, non concede spazi.

Tra i giallorossi Morielli prende il posto di Arena.

Ripartenza pericolosa della Vadese: velo di Macagno, Vittori riceve ma sciupa con una conclusione da dimenticare.

Ancora ospiti all’attacco: lancio di Salis per Macagno, conclusione al volo, sopra la traversa.

Al 12° Peirone effettua un doppio cambio: escono L. Negro e Pizzorni, entrano Rovere e Gallo.

Al 13° un intraprendente Ciravegna conquista un corner; la difesa vadese allontana.

Al 16° bella imbucata di Mandaliti per Salis, ma è in fuorigioco. Poco dopo Rabellino esce dai pali e Quaglia prova un affrettato pallonetto che termina sul fondo.

Al 17° espulso Mandaliti per aver colpito un avversario a gioco fermo. Si accende un parapiglia, Novaro Mascarello deve faticare per placare il nervosismo. Vadese in dieci uomini.

Saltarelli inserisce Brondo e toglie Quaglia. Battibecco anche tra le due panchine; l’arbitro richiama Peirone e Saltarelli. Viene ammonito Bove. In questo momento non si gioca più; pochissimo calcio, gara spezzettata.

Al 21° fallo di Giannone ai danni di Rovere, i locali chiedono invano il giallo. Punizione messa in mezzo, è sempre Suetta a spazzare via.

Al 25° angolo battuto da Giannone, palla a Salis, l’azione sfuma.

Al 26° viene ristabilita la parità numerica in campo. Salvatico salta a gomiti aperti e colpisce un avversario: espulso.

Si gioca poco; gara molto spezzettata dai continui fischi arbitrali. La Vadese controlla il vantaggio.

Al 36° ammonito Salis per un’entrata fallosa.

Al 38° il Millesimo pareggia. Azione sulla fascia di Ciravegna, palla in area per Bove che controlla e piazza la stoccata vincendo infilando la palla alla destra di Provato. 1 a 1.

Al 41° punizione da posizione defilata per gli ospiti. Macagno crossa in mezzo; c’è un fallo in attacco.

Al 42° angolo a favore del Millesimo; palla tesa in mezzo, Provato respinge coi pugni. Ripartenza, Macagno viene trattenuto da Gallo: ammonito. C’è il secondo cartellino giallo per il numero 16: Millesimo in nove.

La Vadese cerca di approfittare della superiorità numerica e spinge alla ricerca del gol. Al 44° travolgente azione di Crocilla che, dopo aver superato due avversari, mette una palla in mezzo ma la difesa giallorossa riesce a respingere. Prova Vittori da fuori, respinto.

Al 48° punizione per il Millesimo. La calcia Morielli, palla lunga per tutti. Ancora un cambio: esce Ciravegna, entra Raimondo.

Al 49° cartellino giallo a Protelli e cartellino rosso a Suetta, per proteste.

Nove contro nove, recupero “infinito”. Mischia in area, alcuni giocatori restano a terra nell’area del Millesimo. Dopo circa 55 minuti arriva il triplice fischio.

Millesimo e Vadese pareggiano 1 a 1. Primo tempo chiuso meritatamente in vantaggio dagli ospiti, che nel secondo tempo non sono stati capaci di raddoppiare nonostante una decina di minuti con l’uomo in più, limitandosi a gestire. I giallorossi sono stati premiati per la grinta e la determinazione con cui hanno cercato il pari. Per entrambe è il primo “X” in campionato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.