IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pontinvrea, Camiciottoli al prefetto: “Troppi disagi sull’ex provinciale 334, a rischio l’incolumità dei cittadini”

"Nessun mezzo di soccorso potrebbe raggiungere i punti di primo intervento sanitario e i vigili del fuoco un incendio"

Pontinvrea. Il sindaco Camiciottoli scrive al Prefetto in merito alle condizioni di sicurezza della ex Provinciale 334, oggi sotto la gestione di Anas.

“La strada in questione, non solo ha seri problemi di viabilità ordinaria, basti pensare che vi sono lungo il tratto che da Giovo Ligure raggiunge Albisola Superiore, ben quattro cantieri regolati da impianto semaforico di cui uno, quello posto in frazione Santa Giustina nel Comune di Stella, presente da oltre quattro anni, mentre gli altri sono stati posizionati dopo gli eventi meteorologici del 2019, e vale la pena evidenziare che in questo tempo non pare avviato nessun cantiere volto a risolvere questo problema”.

“Con la chiusura di alcune viabilità in costa – spiega – ormai da troppo tempo la strada in oggetto e percorsa da tir che per la loro dimensione invadono ad ogni curva la corsia opposta mettendo a rischio, vista la non visibilità, chi viaggia in direzione opposta, che all’improvviso vede invasa la sua carreggiata, oltre che la tenuta delle strade troppo fragili in alcuni tratti per sopportare il continuo e ormai incessante passaggio di questi mezzi”.

I mezzi pesanti causano ulteriori disagi, in quanto come scrive Camiciottoli “tenuto conto che la loro andatura è oggettivamente lenta e gli spazi per i sorpassi sono praticamente inesistenti, si creano ritardi importanti nel raggiungimento dei luoghi di studio e di lavoro creando enormi disagi alle popolazioni, ma soprattutto, quando questi mezzi si incontrano o in curva o in alcuni tratti dove la strada ha dei restringimenti, si creano dei blocchi alla circolazione che persistono anche per lunghi periodi. Questo, oltre ad aggravare i tempi di raggiungimento dei luoghi di studio e di lavoro, crea un preoccupante rischio per l’incolumità e la salute pubblica visto che in quel momento nessun mezzo di soccorso potrebbe raggiungere i punti di primo intervento sanitario o i vigili del fuoco un incendio”.

“Tutto ciò premesso, con la presente chiedo un Suo intervento per far si che questa situazione che ormai da troppo tempo persiste sulla strada 334 venga risolta al più presto, perché come enunciato sopra i rischi per l’incolumità, i disagi, la tenuta della stessa strada, sono realmente preoccupanti e non più ne accettabili né procrastinabili” conclude.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.