IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Mirko Celestino tra passato e presente: “Avrei dato qualsiasi cosa per vincere una Milano-Sanremo”

Il commissario tecnico della nazionale di mountain-bike: "Volevo provare qualcosa di nuovo, emozioni diverse dal ciclismo su strada, ci sono riuscito"

Andora. Già dalla sua data di nascita, 19 marzo 1974, si intuisce che era un predestinato. Per gli appassionati di ciclismo, soprattutto della Riviera di Ponente, rappresentava il passaggio della Milano-Sanremo che adesso, per tre edizioni ha cambiato percorso.

Mirko Celestino, residente ad Andora (ma ha vissuto i primi anni ad Albenga) rappresenta davvero uno dei ciclisti più completi dell’era moderna “Posso dire di averle provate tutte – afferma raggiunto telefonicamente con la nazionale di mountain-bike della quale ha il ruolo di C.T. – iniziando a vincere le gare negli Esordienti e Allievi. Poi le grande soddisfazioni vissute da professionista…”. E qui Mirko esprime anche un pizzico di delusione. “Sì, ho vinto corse importanti del calendario internazionale, ma avrei dato qualsiasi cosa per vincere una Milano-Sanremo davanti al mio pubblico che mi aspettava sul Poggio. Invece ho raccolto soltanto un secondo posto, che ancora mi brucia”.

Celestino, nella sua carriera da Pro ha corso con squadre di primo livello come la Polti e la Saeco dove militavano i big delle due ruote. Poi l’amore a prima vista con la mountain-bike: “Volevo provare qualcosa di nuovo, emozioni diverse dal ciclismo su strada. E ci sono riuscito conquistando un titolo europeo”.

Gli anni passano ma Mirko non si stacca dalle bici. Per la sua competenza diventa il commissario tecnico della Nazionale con la quale, come un paio di settimane fa, ottiene importanti risultati ai Mondiali. “Il movimento italiano continua fare progressi – conclude – anche se la concorrenza si fa sempre più ardua”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.