IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Meno danni per la salute: è ufficiale, le sigarette elettroniche piacciono sempre di più

Più informazioni su

Tra i principali motivi per cui, dal 2016 ad oggi, molti consumatori di tabacco sono passati alle sigarette elettroniche, c’è indubbiamente la salvaguardia della salute.

Il fumo di sigaretta è estremamente nocivo, lo sappiamo tutti, e causa una lunga serie di patologie, tra cui non ultima il cancro polmonare. La sigaretta elettronica può essere un aiuto per smettere di fumare o ridurre la quantità di sigarette quotidiane, con un buon riscontro sulla salute.

Ne parliamo con Adriano, titolare di uno shop di sigarette elettroniche a Roma tra i più forniti e importanti della capitale.

  • Salve Antonio. Con il suo lavoro sarà in contatto con decine di clienti soddisfatti. Cosa le raccontano della propria salute, dopo essere passati al vaping?

Le recensioni degli utilizzatori sono davvero molto positive. Tutti riportano una riduzione della tosse tipica dei fumatori, delle difficoltà a dormire a causa del respiro affannoso, dell’incidenza delle infezioni respiratorie stagionali. Questo aspetto è molto interessante, dal punto di vista scientifico. L’intero apparato respiratorio è pieno di piccolissime ciglia, peletti che si muovono e trattengono le particelle sospese nell’aria, dalla polvere ai virus. Il fumo di sigaretta “paralizza” queste ciglia, che non riescono più a frenare gli inquinanti. E’ questo il motivo per cui i fumatori spesso hanno raffreddori e mal di gola più delle altre persone.

  • E il vaping non provoca lo stesso effetto?

No, anzi: in poche settimane di uso della sigaretta elettronica le ciglia recuperano buona parte della propria mobilità.

  • E cosa può dirci di unghie ingiallite e denti non più splendenti?

Anche questo aspetto viene sottolineato da molti clienti. Le unghie e i denti assorbono le componenti tossiche delle sigarette, ed è per questo che ingalliscono dopo poche settimane di fumo. La sigaretta elettronica non rilascia queste sostanze. Inoltre, non c’è contatto tra le dita e il liquido, che quindi non macchia la pelle.

  • Insomma: sembra che ai clienti questo nuovo metodo di fumare piaccia molto!

Assolutamente! Il volume di affari non ha mai conosciuto crisi fin dal 2016, quando si è affermato anche nel nostro paese. Attualmente l’Italia è uno dei cinque paesi in cui si acquistano più sigarette elettroniche e liquidi. Parliamo di un mercato di quasi 600 milioni l’anno.

  • La crisi sanitaria dovuta al Covid-19 cambierà il suo settore?

Non ne ho idea. La correlazione tra fumatori e malati di Covid-19 è stata ufficializzata ormai da tempo: chi fuma ha più probabilità di ammalarsi gravemente. Inoltre i fumatori hanno maggiori probabilità di ammalarsi anche di raffreddori, laringiti, faringiti, come abbiamo detto. Spero che molti fumatori decidano di sostituire, anche solo in parte, il tabacco tradizionale con la sigaretta elettronica. Molti miei clienti sono riusciti a smettere definitivamente: penso sia uno stupendo traguardo a cui ambire! La varietà di gusti è così eccitante, anche per i fumatori più incalliti, che è davvero improbabile non trovare il prodotto giusto per i propri gusti e le proprie abitudini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.