IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Loano 2021, Nappi (Italia Unita): “I cittadini protagonisti dell’azione amministrativa. Noi la vera alternativa”

Nappi interviene anche rispetto agli ultimi sviluppi in tema di emergenza Covid-19

Loano. “Vogliamo ridare lustro alla città mettendo al centro del nostro lavoro i bisogni dei cittadini, che devono tornare protagonisti dell’azione amministrativa. Se i loanesi vorranno essere i protagonisti di questo cambiamento devono scegliere noi”. Lo afferma Francesco Nappi, presidente del movimento Italia Unita e candidato sindaco di Loano alle elezioni comunali del prossimo anno.

Nappi, che ha annunciato la propria “discesa in campo” giusto la settimana scorsa dalle pagine di IVG.it, ha già iniziato a lavorare sul proprio programma elettorale, che è “quasi pronto” e che sarà presentato nelle prossime settimane.

“Qualora dovessimo avere la fiducia della maggioranza dei loanesi – anticipa – siamo pronti a coinvolgere la futura opposizione consiliare in ogni nostra decisione. A differenza di quella attuale, infatti, la prossima minoranza dovrà avere un ruolo molto più attivo e propositivo. Se invece saremo noi ad essere in opposizione, allora cercheremo di essere costruttivi e segnalare ‘ciò che non va’ fornendo, nel contempo, valide alternative sulle quali lavorare. Dal nostro punto di vista è importante che la maggioranza non si ‘sieda’ mai sulla certezza del proprio incarico. In entrambi i casi, vogliamo rappresentare un cambiamento rispetto al passato ed essere la vera alternativa”.

Per quanto riguarda il concreto, invece, Nappi ed il suo gruppo di lavoro stanno elaborando “buone idee sul fronte della viabilità, del turismo e della compartecipazione del Comune alla gestione di settori fondamentali quali acqua e rifiuti. Vogliamo dare una svolta al vecchio modo di fare politica e amministrazione”.

Essendo fondatore di un movimento con panorama nazionale (“Anche se parecchie testate nazionali hanno rifiutato ogni possibile incontro e anche la pubblicazione dei comunicati stampa relativi alla nascita di Italia Unita”, ci tiene a sottolineare), Nappi interviene anche rispetto agli ultimi sviluppi in tema di emergenza Covid-19: “Il nuovo Dpcm, che in un primo momento sembrava avrebbe contemplato anche il ricorso all’esercito per garantire il rispetto delle norme, mi pare l’espressione di un regime autoritario che limita la libertà e i diritti personali del popolo tramite l’abuso di potere e l’uso di strumenti non in linea coi principi costituzionali. Non siamo negazionisti: il virus esiste, ma è stato strumentalizzato a fini economici”.

“Vorremmo che il popolo reagisse ragionando con la propria testa e non tramite i media, che veicolano notizie concordate e artefatte in accordo con questo ‘regime’. Mi aspetto che la nostra amministrazione comunale prenda la giusta posizione rispetto ai Dpcm dimostrando la propria elasticità mentale. Non possiamo permetterci che il tessuto economico e le attività commerciali subiscano altri danni. Non bisogna essere servi del sistema”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.