IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La nota del Quiliano&Valleggia sul mancato rinvio del match con il Mallare: “Non accettiamo di essere denigrati pubblicamente” risultati

Un commento comparso sui social ha spinto il club a redigere un comunicato per puntualizzare la massima attenzione posta alle questione riguardanti la pandemia

La richiesta di rinvio della partita tra il Mallare e il Quiliano&Valleggia effettuata dal club valligiano non è stata accolta dagli avversari. I biancorossoviola tengono a precisare che non si è trattato di “mancanza di sensibilità” in un momento complicato come quello attuale e che non vi fosse menzione di questioni legate ai test molecolari. Situazione che ha quindi spinto il club del presidente Landucci a respingere una richiesta pervenuta a pochi giorni dalla partita dopo che la squadra aveva svolto di fatto quasi un’intera settimana di allenamenti.

“Il Quiliano&Valleggia – si legge nella nota – alla luce di un commento su social network da parte di un tesserato della Società Calcio Mallare, nel quale quest’ultimo asserisce pubblicamente di un comportamento poco sensibile da parte della nostra società a riguardo della loro richiesta di rinvio della gara SC Mallare – Quiliano&Valleggia del 25.11.2020 (quarta giornata di Prima Categoria Liguria girone A2), causa giocatori in attesa di test molecolare per la diagnosi di infezione da COVID-19 dopo contatto diretto con positivi, tiene a precisare che, giunta la suddetta richiesta in data 23.11.2020, non si evinceva alcuna comunicazione a riguardo dell’attesa dei suddetti test molecolari, in sintesi solo ed esclusivamente una richiesta di rinvio giunta due giorni prima della gara, dopo una settimana di tempo, in cui la nostra squadra si era allenata in preparazione della partita“.

La società sottolinea poi l’impegno profuso per attenersi ai protocolli e mandare avanti l’attività: “Il Quiliano&Valleggia, insieme a tutti i suoi dirigenti, allenatori e giocatori delle Prime Squadre e del Settore Giovanile Scolastico ha da sempre rigorosamente rispettato ogni protocollo federale e legale finalizzato al contenimento dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, tra cui la regolare igienizzazione degli spogliatoi e le sedute di allenamento individuali, sospendendo in questa settimana le attività di base, in attesa di verifica se l’ultimo DPCM consentisse di svolgere le sedute in sicurezza”.

“Per questo – conclude la società – non accettiamo di essere denigrati pubblicamente in merito a una situazione così delicata e importante come quella che stiamo vivendo in questo periodo storico, visto il grande impegno e senso civico messo a disposizione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.