IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La coppia Loris Bottino e Simone Zamboni riconquista i campionati italiani velocità in salita, classe sidecar foto

Il giovane passeggero varazzino, assieme al collega pilota piemontese, bissa il tricolore sul tracciato del valico dello Spino, in Toscana: "Strada larga, abbiamo sfruttato al massimo le potenzialità del mezzo"

Arezzo. Dopo le prime quattro prove il sidecar Lcr 1000 di Bottino e Zamboni, avendo vinto su tutti i precedenti tracciati è a punteggio pieno, riconquistando l’aritmetica del tricolore.

Sono soddisfatti il pilota Loris Bottino, 43 anni del Canavese e il passeggero Simone Zamboni, 19 anni di Varazze, che frequenta la quinta classe all’ITIS di Savona, indirizzo meccanica.
Con questo risultato abbiamo conservato il titolo che avevamo conquistato nel 2019 -sottolinea Zamboni – dopo i round di Arezzo e Pieve Santo Stefano al Passo dello Spino ci siamo portati a 51 punti dai nostri diretti inseguitori, a Frosinone vincendo entrambi le manche si possono ottenere massimo 50 punti, il titolo è matematicamente nostro ed ora stiamo valutando se partecipare all ultimo round in programma il 18 ottobre”.

Allo Spino Bottino e Zamboni si sono misurati su una delle strade più belle del campionato. ” È più larga di altre, non c’erano varianti con le balle di paglia nei tratti più veloci, quindi abbiamo sfruttato al massimo il motore, con coraggio – prosegue Zamboni- nella prima giornata di gara, con il sole abbiamo vinto con circa tre secondi di vantaggio, mentre nella giornata di domenica sotto una pioggia battente il nostro vantaggio è stato di quasi tredici secondi.
Io e Loris ci fidiamo molto l’uno dell’altro, la fiducia in questi casi è l’ arma fondamentale, -un minimo errore, un movimento sbagliato o fuori tempo del passeggero potrebbe far perdere aderenza al sidecar soprattutto alle alte velocità – questo ci consente di rischiare più degli altri equipaggi.

Sul sidecar la funzione del passeggero è importante tanto quanto quella del pilota, prima della gara percorriamo con lo scooter il tracciato fino a conoscerlo perfettamente a memoria, scambiandoci le impressioni ed i consigli, osserviamo ogni asperità dell’asfalto, i dossi e le buche, ogni cosa..”

Obiettivi per la prossima stagione..?
” Con il nostro sidecar puntiamo al terzo titolo italiano e pensiamo di partecipare a qualche gara al campionato europeo in pista.
Volevo ringraziare tutti quelli che hanno creduto in noi e ci hanno sostenuto.

Ringraziamo il nostro sponsor principale Wosa yacht refit-survey, Domenico della carrozzeria Intercar di Avigliana (TO) e come supporto la Faletto Meccanica”.

Foto di Mingardi Fillippo

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.