IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Inail, un webinar per fare chiarezza sul rientro a scuola in sicurezza

Si terrà martedì 20 ottobre dalle 15 alle 17

Più informazioni su

Liguria. Come gestire i casi sospetti a scuola e quali misure adottare per evitare assembramenti durante le ore di ricreazione? Quali disposizioni attuare per tracciare l’accesso di soggetti esterni negli edifici scolastici e come adeguare il Documento di valutazione dei rischi (DVR) per la gestione di casi e focolai di SARS-CoV-2: questi sono solo alcuni degli interrogativi con cui si confronteranno i relatori del seminario on line (webinar) in programma martedì 20 ottobre alle 15 dal titolo “Rientro a scuola in sicurezza”.

Promosso dalla direzione regionale INAIL per la Liguria e dall’Ufficio Scolastico Regionale, l’incontro farà il punto sulle misure organizzative e gestionali da adottare per garantire elevati standard di sicurezza e condizioni di salute per quanti compongono il sistema-scuola: studenti, insegnanti, fornitori, personale ATA. Pensato per i dirigenti degli istituti scolastici della regione, il webinar si ispira ai contenuti elaborati dal gruppo di lavoro composto, oltre che da INAIL, dall’Istituto superiore di sanità, dal Ministero della Salute e Ministero dell’Istruzione, in collaborazione con Fondazione Bruno Kessler, Regione Emilia Romagna e Regione Veneto ed è finalizzato a dare indicazioni per facilitare il rientro in classe in condizioni di sicurezza.

A portare i saluti, il direttore regionale INAIL Liguria, Angela Razzino e il direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale, Ettore Acerra. Sarà, quindi, Enrico Lanzone, direttore vicario INAIL Liguria, a introdurre i lavori affidati, per il ruolo di moderatore, a Carlo Zecchi, coordinatore della Consulenza tecnica accertamento rischi e prevenzione (ConTARP) INAIL Liguria. Di “prodotti e sinergie dell’Istituto per gestire l’emergenza coronavirus sui posti di lavoro” e di “Strumenti gestionali per prevenire il rischio di Covid-19 a scuola” parleranno Carlo Zecchi e Roberto Gallanelli, della Contarp ligure.

Su “alcuni aspetti della sorveglianza sanitaria nelle scuole in relazione al COVID-19”, interverrà, invece, Mauro Morganti, sovrintendente sanitario INAIL Liguria. In tema di “Covid-19 e scuole: aspetti di salute e sicurezza del lavoro” prenderà, infine, la parola Gabriele Mercurio, Direttore della struttura complessa per la prevenzione e la sicurezza nei luoghi di lavoro (SC PSAL) ASL3 genovese. Ampio spazio sarà riservato – nella sezione del dibattito finale – al dialogo relatori/partecipanti per un incontro che si prefigura particolarmente animato con oltre 100 adesioni.
Un interesse che poggia, anche, sulla complessità – per l’istituzione scolastica – di svolgere un compito didattico/educativo reso assai più delicato nell’attuale contesto di emergenza sanitaria protratta nel tempo.

Qui l’intero programma.

“Proprio in tema di Covid-19, l’INAIL è stato investito di sempre più incisive funzioni in ambito centrale (si pensi alla validazione dei dispositivi di protezione individuale, alla sorveglianza sanitaria eccezionale, alle indicazioni operative per la ripartenza di gran parte dei settori produttivi…) e ha concentrato il proprio impegno nella ricerca di soluzioni organizzative e di strumenti gestionali in linea con le sollecitazioni che dal mondo della scuola gli vengono rivolte in tema di salute e sicurezza” fanno sapere dall’istituto.

“L’obiettivo dell’incontro – afferma il direttore regionale, Angela Razzino – è quello di innescare, basandosi sul ruolo fondamentale della scuola nella situazione epidemiologica in atto, processi di approfondimento e confronto in modo da orientare i comportamenti di docenti, operatori, studenti, personale scolastico in genere, alla consapevolezza dei rischi per la salute pubblica derivanti dalla circolazione del virus SARS COV-2 in linea con le conoscenze scientifiche ed epidemiologiche disponibili”.

“Al sistema scolastico, mai come ora, – esprime Ettore Acerra, direttore dell’ufficio scolastico regionale – viene richiesto di gestire, contemporaneamente, una molteplicità di rischi. La formazione e l’informazione si confermano le sole leve gestionali in grado di metterci nella condizione di fronteggiare una sfida inedita che ancora non possiamo considerare superata. L’apporto conoscitivo del sistema sanitario e dell’INAIL si rivela, a tal fine, fondamentale per dotare gli attori del sistema-scuola degli strumenti di ‘una cassetta degli attrezzi’ e di una strategia efficaci”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.