IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Impatto super per Omar Pansera con i colori del Pallare: una partita, due goal e tre punti

L'attaccante spiega i motivi del passaggio al Pallare e dice la sua sulla questione dell'opportunità o meno di mandare avanti i campionati

Esordio perfetto per Omar Pansera con i colori del Pallare. L’attaccante ha realizzato una doppietta negli ultimi minuti del secondo tempo che è valsa la prima vittoria stagionale per gli uomini di mister Albesano. Vantaggio siglato dall’ex Altarese a circa sei minuti dallo scadere riagguantato poco più tardi da Oddone grazie a un calcio di rigore. Poi, quando gli ultimi granelli della clessidra stavano per essere versati, è arrivata la doppietta personale.

L’attaccante classe 1990 ha trovato nella nuova squadra un gruppo estremamente giovane, molto diverso dall’esperta Altarese di mister Frumento nella quale ha militato nella seconda parte della scorsa stagione arrivando dopo aver disputato i primi mesi tra le fila del Mallare. “Vero – racconta – qui c’è un gruppo molto giovane, con tanti ragazzi delle leve 2000 e 2001. L’impatto è stato positivo perché si sta bene e c’è comunione di intenti. Ho trovato un allenatore, Marco Albesano, molto competente. Sono felice per questa doppietta, anche perché venuta in un momento della stagione in cui la condizione non è ancora al top per vari motivi. Ho scelto Pallare perché sono gli unici che hanno mostrato un interesse concreto”.

Per Pansera lasciare l’Altarese non è stato facile, visto che si tratta della squadra del paese dove è cresciuto e dove lavora, ma buone nuove a livello personale hanno fatto pendere la bilancia verso una categoria meno impegnativa rispetto alla Prima Categoria. “A breve diventerò papà – afferma con orgoglio – e per questo volevo trovare una soluzione che mi lasciasse più tempo da dedicare alla famiglia. Mi sembrava giusto non continuare con i giallorossi visto che non avrei potuto garantire una presenza assidua agli allenamenti tanto più che, pur lavorando ad Altare, ora non vivo più lì. Detto questo, rimarrò sempre il primo tifoso dell’Altarese, squadra alla quale rivolgo un grosso in bocca al lupo. E poi chissà, magari in futuro in nostri destini torneranno a incrociarsi“.

Pansera è titolare di un esercizio commerciale e lavora a contatto con il pubblico. Uno di quei casi in cui un contagio avrebbe ripercussioni pesanti sulla sfera lavorativa. Questa la sua opinione sul tema caldo del momento: continuare a giocare, giusto o sbagliato? “Sono favorevole alla sospensione – afferma Pansera – se questo può aiutare a migliorare la situazione. Sebbene allernarsi sia sempre un piacere, ora è presente anche il sentimento della paura per motivi arcinoti. Il calcio è la nostra vita, ma chiaramente non può essere la priorità“.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.