IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Gare sportive, “cacce al tesoro”, arte vetraria, architettura: un interessante fine settimana di eventi in provincia foto

Campionato di vela alla Marina di Loano, laboratorio didattico a Finale Ligure

Il 24 ottobre 1964 la Rhodesia Settentrionale, oggi territorio dello Zambia, ottenne l’indipendenza dal Regno Unito. Anche noi patriottici eventofili invochiamo l’indipendenza dall’oppressore Coronavirus e, pur rispettando la nuova “Costituzione”, in cui sono scolpiti tutti i decreti che sanciscono la nostra sicurezza sanitaria, rivendichiamo a gran voce il nostro inviolabile diritto al divertimento e al relax anche in questo fine settimana.

Fine settimana che si apre con la prima manche del terzo Campionato Invernale Marina di Loano. Il programma della manifestazione prevede regate aperte alle imbarcazioni da 6,50 metri in sù. Questa è una delle novità dell’edizione 2020 – 2021, che consentirà la partecipazione al campionato anche alla classe dei Mini 6,50. L’organizzazione punta ancora una volta sull’impostazione dinamica ed efficace dell’evento, che ne ha decretato il successo sin dalla prima edizione. Si disputeranno regate a bastone o costiere a seconda delle condizioni meteorologiche.

Al Museo Archeologico di Finale Ligure i bambini potranno imparare e divertirsi con il simpatico laboratorio didattico “Caccia al reperto”. Com’è organizzato un museo? Cos’è una didascalia? Perché gli oggetti sono nelle vetrine? I piccoli partecipanti scopriranno il “dietro le quinte”, accompagnati da operatori che li aiuteranno a ritrovare e riconoscere particolari reperti.

Altare omaggia un’artista che ha saputo diffondere l’arte del vetro a livello internazionale declinandola secondo la sua personalissima poetica, frutto di incontri fra culture lontane e visceralmente diverse. “Giuse Maggi. Il tappeto volante: intrappolare luce per volare” ha il pregio di essere la prima retrospettiva italiana dedicata ai trent’anni di carriera di Giuse Maggi in Medio Oriente. L’antologica illustra i molteplici aspetti sottesi all’atto creativo dell’artista: sono in mostra affascinanti opere realizzate con le tecniche della vetrofusione, della pasta di vetro, del casting e della filigrana di vetro, tecnica elaborata da Maggi stessa.

Prosegue “Giancarlo De Carlo e la Liguria – Luoghi Progetti Tracce“, la mostra documentaria itinerante open air sui piani urbanistici e le architetture che De Carlo ha progettato per Colletta di Castelbianco, Genova, Bordighera, Ameglia e Sarzana. Completamente abbandonato, il borgo medioevale è stato riportato a nuova vita vent’anni fa grazie a De Carlo, che ne ha realizzato lo straordinario e accurato restauro. Oggi esternamente ha mantenuto l’aspetto di un tempo mentre gli interni sono dotati della più moderna tecnologia, tanto che è chiamato “il borgo telematico”. Il progetto ha attirato acquirenti sia italiani sia stranieri, sviluppando così un’interessante comunità multiculturale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.