A disposizione

Gallinara, il sindaco Tomatis: “Bene prezioso che deve essere visitabile da cittadini, turisti e scuole”

"L’eventuale recessione del magnate ucraino era una delle ipotesi previste nelle valutazioni del ministero e della Soprintendenza"

Gallinara

Albenga. Il sindaco di Albenga, Riccardo Tomatis, commenta la possibile rinuncia da parte del magnate ucraino all’acquisto delle quote dell’isola Gallinara.

Afferma il primo cittadino: “L’eventuale recessione del magnate ucraino era una delle ipotesi previste nelle valutazioni del ministero e della Soprintendenza che stanno gestendo, anche dal punto di vista legale, la vicenda. Come abbiamo sottolineato in diverse occasioni la nostra speranza e il nostro obiettivo principale è che, attraverso la prelazione da parte dello stato, l’isola Gallinara possa diventare fruibile, sebbene in maniera controllata, dai cittadini”.

“Un bene così importante da un punto di vista archeologico, naturalistico, culturale per Albenga merita di poter essere visitato. Penso ai progetti che si potrebbero portare avanti, eventualmente anche in collaborazione con i privati con i quali spero possa comunque instaurarsi un dialogo positivo, per valorizzare la nostra isola che potrebbe essere visitata da cittadini, turisti e dalle scolaresche che avrebbero occasione di venire a contatto con una realtà unica.”

leggi anche
Eraldo Ciangherotti
Affondo
Albenga, Ciangherotti (FI): “Mercato nel caso e Gallinara invenduta: brutta giornata per il sindaco Tomatis”
linea blu isola gallinara
Per tutti
Isola Gallinara, Vazio (Pd): “Obiettivo raggiunto, ora turismo, archeologia e nautica”
isola gallinara
Iter
Isola Gallinara, il WWF chiede al Comune lo status sul piano gestionale della riserva naturale
drone gallinara
Idee
Isola Gallinara, dal Ministero 8 milioni per il progetto di acquisizione. Tomatis: “Tema che ha unito la città”
isola gallinara
No
Isola Gallinara: respinto il ricorso dei due proprietari contro il Ministero

Vuoi leggere IVG.it senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.