IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Epicblue: si è svolta con successo la sfida nel mare e sui sentieri di Finale, Varigotti e Noli risultati

Romain Cadière è il vincitore in solitaria sulla distanza lunga, nella quale ha primeggiato il duo composto da Hugo Tormento e Matthieu Poullain

Finale Ligure. Meridian Adventure Race ha ospitato il secondo evento della Epicblue Swimrun Finale Ligure, che ha l’intento di sostenere la causa di sensibilizzazione sull’inquinamento della plastica nei mari, con proventi destinati all’organizzazione internazionale no-profit Plastic Oceans. Epicblue cattura la passione e la attenzione per il mare, che sono alla base dell’etica del rinomato gruppo Meridian Adventure, e consente agli atleti partecipanti di nuotare e correre per una causa benefica e sostenibile, mettendo in gioco la loro performance atletica.

Sean Galleymore, fondatore del gruppo Meridian Adventure, spiega: “Meridian Adventure è onorata di aver strutturato una partnership che utilizza la serie Epicblue Swimrun per supportare la visibilità e l’impegno di Plastic Oceans, un’organizzazione internazionale senza scopo di lucro volta a sensibilizzare attivamente la popolazione sull’inquinamento della plastica nei nostri mari. Lo scopo di questa collaborazione è di inspirare un progressivo cambiamento comportamentale tramite il gesto sportivo e un approccio al territorio e al mare del tutto sostenibile”.

L’evento si è tenuto domenica 27 settembre sulla costa ligure, portando la disciplina in rapida crescita dello swimrun in uno scenario eccezionale, ed ha offerto ai partecipanti due fantastici percorsi tra cui scegliere: la Long Endurance, con una distanza totale di 23,4 chilometri, e la Short Experience, con una distanza di 13,4 chilometri. Gli atleti hanno potuto scegliere di gareggiare in squadre di due o nella categoria Solo che Meridian Adventure Race ha aperto quest’anno sia per la distanza Long Endurance sia per la Short Experience.

La Epicblue Swimrun Finale Ligure è il primo evento della serie di endurance in tre prove che permette ai più avventurosi non solo l’opportunità di sfidare i propri limiti personali, ma anche di scoprire nuove destinazioni. Questa sfida multisport unica nel suo genere invita gli atleti a scoprire tre delle destinazioni outdoor più affascinanti del mondo: Finale Ligure, Italia (settembre 2020); la remota località di Waisai, Raja Ampat Indonesia (10 giugno 2021) e i villaggi storici di Izmir, Sığacık e Seferihisar, Turchia (ottobre 2021).

Alla luce delle circostanze e le restrizioni Covid-19 affrontate durante l’anno 2020 per quanto riguarda i viaggi internazionali, l’evento è parso leggermente diverso rispetto all’anno precedente. Con un numero limitato di partecipanti consentito, distanze sociali, norme di sicurezza intense e l’obbligo per atleti e staff di indossare mascherine durante la permanenza in aree affollate, Epicblue Finale Ligure si è adattata alle regole imposte dall’emergenza sanitaria con grande successo ed energia.

Long Endurance, il percorso principale, è stato di 23,4 chilometri in totale, con un mix di nuoto in acque libere e spettacolare trail running, tra Finale Ligure, Varigotti, Noli e ritorno. Gli atleti si sono dati battaglia per sei ambite slot per l’evento Epicblue Turchia (ultima tappa della serie), che si terrà nel 2021.

Hugo Tormento e Matthieu Poullain si sono piazzati al primo posto con un tempo di 2 ore 58’23” seguiti dalla squadra mista composta da Christel Robin e Renaud Cadière, che hanno concluso la prova in 3 ore 21’31”. Nella categoria Solo, il vincitore dello scorso anno Romain Cadière è arrivato primo in 3 ore 22’43” (terzo assoluto) e Dietre Annabelle è stata la prima donna con 3 ore 24’08”. Le ambasciatrici della serie Epicblue, le campionesse Annika Eriksson e Kristin Larsson, arrivate dalla Svezia per il secondo anno consecutivo, hanno tagliato nuovamente il traguardo in prima posizione nella categoria donne (quinte assolute) con un tempo di 3 ore 41’17”.

Il percorso Epicblue Short Experience è stato creato appositamente per coloro che desiderano un’esperienza meno dura. Con una distanza totale di 13,4 chilometri, incluse cinque sezioni di nuoto.

Daru Benoit ha tagliato il traguardo per primo come partecipante nella categoria Solo con un tempo di 2 ore 6’49”, seguito dal duo misto Pierrick Solerieu e Adele Blanchetiere, arrivati pochi minuti dopo in 2 ore 9’13”. Laurène Cucchi e Irina Kondratieva hanno tagliato il traguardo prime nella categoria Women Team in 2 ore 33’21”; Federica Cerutti ha vinto la categoria Solo Women in 2 ore 35’40”.

“Quest’anno l’organizzazione è stata per noi una sfida diversa. Questo ci ha permesso di prestare più attenzione al modo in cui le cose devono essere preparate. Voglio esprimere un ringraziamento infinito a tutti coloro che si sono uniti a noi come partecipanti, sponsor e spettatori” ha dichiarato Matteo Testa, direttore di gara Epicblue.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.