IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Covid al liceo Bruno, la situazione si aggrava: 11 classi in quarantena, anche un’alunna positiva

Diversi anche gli insegnanti costretti a casa e non mancano problemi con la didattica a distanza per sopperire

Albenga. Aumenta il numero di contagi e ricoveri, in Liguria e in tutto il Paese, e anche la situazione nelle scuole si fa sempre più complicata. Uno dei simboli di questa situazione, suo malgrado, è il liceo Giordano Bruno di Albenga.

La settimana scorsa vi avevamo raccontato, in seguito alla positività di un insegnante, l’obbligo imposto a 4 classi dell’Artistico e a 2 dello Scientifico di rimanere a casa (leggi qui). Oggi, però, dopo un ciclo di test, è emersa anche la positività di un altro insegnante e di una studentessa del liceo Linguistico. 

Da qui, l’obbligo di quarantena per ulteriori 5 classi degli indirizzi Scientifico e Linguistico (per un totale di 11 in tutto l’istituto). A rimanere a casa, sia gli studenti che hanno avuto contatto con gli insegnanti risultati positivi, sia quelli appartenenti alla classe della studentessa contagiata, oltre ad altri 3 professori che hanno fatto lezione proprio in quell’aula. 

“Le comunicazioni relative alle quarantene arrivano nel momento in cui giunge anche l’esito dei tamponi. E la scuola si muove subito, senza guardare data ed ora: ci si attiva immediatamente e tempestivamente”, ha dichiarato la preside del liceo ingauno Simonetta Barile. 

Ma la tempestività dell’azione della scuola non è bastata ad evitare problemi e disguidi. I docenti in quarantena, infatti, oggi e nei prossimi giorni avrebbero dovuto fare lezione alle classi, seppur non in presenza almeno a distanza. Ma per due classi in particolare si sono registrati intoppi, che hanno generato anche, in un caso, le proteste e le rimostranze degli stessi alunni. 

“La classe in questione, impossibilitata a fare lezione a distanza, per riuscirci è stata trasferita in un’altra aula, sanificata ed arieggiata prima dell’inizio delle lezioni. Ma per allestirla c’è voluto un po’ più di tempo e alcuni studenti non l’hanno presa bene”, ha aggiunto ancora la preside. 

“Mi spiace ma da parte nostra posso garantire il massimo impegno e il massimo sforzo organizzativo in una fase non semplice ed in continua evoluzione”, ha proseguito.

“A fine estate avevamo anche completato un ordine di nuovo dispositivi tecnologici da mettere a disposizione dei nostri alunni, ma a causa di intoppi e rinvii stiamo ancora aspettando che ci vengano consegnati. Non posso che esortare studenti e famiglie a portare pazienza e a cercare di capire la situazione”, ha concluso Barile. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.