IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Covid a Calice Ligure, stop alle attività parrochiali? Il sindaco: “Non ho imposto nessuna decisione”

Polemica accesa nella località dell'entroterra finalese

Calice Ligure. La precisazione è arrivata nel primo pomeriggio da parte del sindaco Alessandro Comi che ha voluto smentire le voci di paese di un suo intervento diretto presso il parroco di Calice Ligure per imporre uno stop alle attività parrocchiali, le quali coinvolgono ogni anno molti giovani della località dell’entroterra finalese.

Una decisione motivata dall’emergenza Covid, ma sulla quale il primo cittadino ha voluto chiarire: “Stamattina mi è stato riferito da don Selva che qualcuno pare si sia divertito a mettere in giro la voce che il sindaco gli avrebbe imposto la sospensione delle attività dei gruppi parrocchiali. Mi ha confermato di avere spiegato ad alcune persone come la cosa sia del tutto inventata, ma mi è caro precisare alcuni aspetti. Don Selva ed io ci conosciamo da alcuni anni, entrambi abbiamo un ruolo ed un compito ben definito nel paese, veniamo da due realtà lontane e come ci ha una volta detto una bimba del paese quando siamo vicini sembriamo un biscotto Ringo”.

“Tanto distanti e diversi possiamo sembrare quanto al contrario andiamo d’accordo, mai abbiamo avuto un contrasto od una discussione ed i rapporti tra di noi sono da subito stati improntati alla massima sincerità e collaborazione” aggiunge il sindaco Comi.

“Io faccio il sindaco… Lui il parroco… Io non celebro messa e lui non presiede i Consigli comunali”.

“Considero il tentativo di creare disaccordo tra di noi una mancanza di rispetto assoluta verso entrambi ma voglio tranquillizzare chi desideri provarci… Non ci riuscirete mai. MAI e sottolineo MAI mi sognerei di imporgli qualcosa”.

“Abbiamo parlato dei gruppi come di altre cose, abbiamo condiviso opinioni e pareri in merito all’attuale situazione di emergenza sanitaria dopodiché la decisione in merito all’attività dei ragazzi è stata sua e dei responsabili degli stessi gruppi parrocchiali”.

“Alle persone che continuano a passare il loro tempo parlando di cose che non sanno dirò molto poco perché dubito di poter cambiare le loro abitudini e sinceramente amo impiegare il mio tempo in modo diverso. Meschini siete e tali rimarrete…” conclude non senza rabbia il sindaco di Calice Ligure.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.