IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lettere al direttore

Conad di Verzi a Loano, una lettrice: “Non definiamo ‘economostro’ quell’immobile”

di Alessandra Ariotto

Spett.le Redazione di IVG,

Nell’articolo da Voi pubblicato lo scorso 27 ottobre ed avente per oggetto la chiusura del supermercato Conad della frazione di Verzi a Loano, i Consiglieri Comunali Tassara e Franco hanno definito l’immobile che ospita tale attività “fatiscente, un ecomostro, una – da sempre – incompiuta”.

Sono rimasta colpita da un giudizio così severo, ai limiti dell’ingiuria, in quanto espresso nei riguardi di un importante complesso edilizio, realizzato a suo tempo in forza di regolari concessioni rilasciate dal Comune di Loano previa autorizzazione paesaggistica regionale: non trovo pertanto corretto definirlo un ecomostro. Inoltre quell’immobile è il frutto del lavoro serio ed onesto di una famiglia di imprenditori, ben conosciuta e stimata, che opera da due generazioni in ambito loanese (e non solo).

E neppure può essere definito fatiscente: ha certamente bisogno di alcuni interventi di manutenzione ma non cade a pezzi, tanto è vero che, oltre ad ospitare il supermercato Conad citato nell’articolo, è stato negli anni ed è tutt’oggi sede di molte altre attività, alcune pluridecennali, come ad esempio il mobilificio con la più ampia superficie espositiva di tutta Loano ed una importante azienda alimentare del nostro comprensorio.

I Consiglieri Tassara e Franco ritengono che, nell’ipotesi in cui Conad decidesse di chiudere quel supermercato, la comunità di Verzi verrebbe privata senza appello di un servizio molto apprezzato. Io penso invece che, qualora Conad decidesse di trasferirsi altrove, vi sarebbero probabilmente altri imprenditori interessati a subentrare ed a proseguire il meritorio lavoro svolto da Conad in questi anni.

Apprezzo e condivido l’impegno a favore della comunità di Verzi; tuttavia, In un momento così difficile per tutti mi sarei aspettata dai Consiglieri Tassara e Franco, che penso abbiano parlato in veste di rappresentanti delle locali istituzioni e non a titolo personale, maggiore considerazione anche nei confronti degli imprenditori, delle aziende e dei lavoratori che da decenni operano onestamente in quell’immobile, nonché dei clienti di quelle attività, che quotidianamente vi si recano per i loro acquisti.

Cordiali saluti,

Alessandra Ariotto

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.