IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Columbus Day 2020: a Savona nasce il fumetto sul celebre navigatore foto

Promuovere le eccellenze enogastronomiche a chilometro zero insieme alla valorizzazione del territorio

Più informazioni su

Savona. Lunedì 12 ottobre 2020 si celebra in tutto il mondo il Columbus Day. A Savona sarà il battesimo per un personaggio a fumetti, ispirato allo scopritore delle Americhe, nato per promuovere la “Casa di Colombo”, una linea di prodotti enogastronomici creata proprio nella città della Torretta con un’idea molto precisa: raccogliere le migliori aziende artigianali del territorio, dal vino alla pasta, dai grissini alle focacce, dalla birra al cioccolato, vere esperienze a chilometro zero e con una tradizione famigliare autentica fatta di passione e di ricerca della qualità, sotto un marchio che vuole sottolineare le origini savonesi di Cristoforo Colombo.

Il grande navigatore ligure possedeva infatti una casa in via Valcada sopra Legino che esiste ancora oggi, a ricordarlo c’è una targa sulla facciata posta negli anni ’40: questa linea intende valorizzare la savonesità del navigatore che è stata spesso messa in disparte dalla storiografia ufficiale. La linea, che conta già un ampio ventaglio di prodotti di altissima qualità, è distribuita a Savona nel Conad Superstore presso il centro polifunzionale Le Officine di via Stalingrado.

A rendere ancora più originale il progetto nasce oggi un personaggio a fumetti, “Ammiraglio Colombo”, liberamente ispirato al grande navigatore, creato dal cartoonist Roby Giannotti. Le tavole saranno pubblicate nelle prossime settimane nei canali social delle aziende coinvolte, primo passo di un progetto che prevede anche laboratori didattici di fumetto per bambini e ragazzi e ulteriori iniziative editoriali.

fumetto colombo

Il nostro ammiraglio savonese racconterà nei suoi “Viaggi a Chilometro Zero” i prodotti della linea “Casa di Colombo” attraverso mini-storie che ci faranno viaggiare nel tempo e nello spazio. La prima puntata è dedicata al Pastificio Artigianale della famiglia Fiorini di Varazze, attivo sin dal 1967, un’altra realtà che crede non solo nella qualità dei propri prodotti ma anche nel fortissimo legame del territorio. Non a caso i suoi “Mandilli de Vaze” sono diventati la “pasta ufficiale” di Varazze, riprendendo una antica tradizione gastronomica ligure e non solo: l’attenta scelta degli ingredienti, dal basilico di propria produzione con il quale viene prodotto un magnifico pesto alle farine utilizzate, riporta ai diversi comprensori di produzione, in particolare quello del Beigua, per arrivare ad un prodotto di eccellenza. In questo primo episodio non mancheranno gli incontri “storici” come quello con l’altro navigatore di queste parti, Lanzarotto Malocello di Varazze, scopritore delle Isole Canarie dove la splendida isola di Lanzarote porta ancora il suo nome e con un altro prodotto di altissimo livello del pastificio Fiorini, i corzetti.

La seconda puntata invece sarà dedicata ai prodotti del Panificio Artigianale Tre Vele di Marco Cabras, altra eccellenza della provincia di Savona. E anche qui non mancheranno i cenni storici, con un viaggio nella antichissima via Aemilia Scauri costruita dai romani per arrivare dal Piemonte al porto di Vada Sabatia, odierna Vado Ligure, ricordando gli importantissimi ponti romani che si sono conservati ancora oggi proprio ai Tecci di Quiliano dove ha sede l’azienda, nata dalla propria tradizione famigliare degli storici Grissini Zinolesi e che anche nel suo nome, Tre Vele, si ispira proprio alle caravelle di colombiana memoria. Tornando alla “savonesità” di Colombo, si sa che l’argomento delle sue origini è stato ed è fonte di dibattito anche aspro tra gli esperti.

Senza voler scendere nei dettagli degli atti di archivio, nelle leggende o nelle diatribe tra le tante città che si contendono i natali dell’Ammiraglio, nel fumetto si sottolinea solo un fatto storico indiscutibile: nella attuale Repubblica Dominicana si trova la fantastica isola di Saona, l’unica isola, tra le tante terre scoperte da Colombo, che l’Ammiraglio ha voluto dedicare ad una città, la nostra, nel suo secondo viaggio nelle Americhe accompagnato dal savonese Michele da Cuneo che ha lasciato una lettera dettagliata conservata oggi nella Biblioteca Universitaria di Bologna, ritenuta da molti esperti una delle testimonianze più importanti dell’epopea colombiana. Il padre di Cristoforo Colombo aveva acquistato il podere di via Valcada proprio dalla famiglia di Michele da Cuneo.

Questo dice molto, se non tutto, sul legame anche affettivo con la città della Torretta. Ora tocca all’Ammiraglio Colombo: un vero e proprio viaggio al contrario alla “scoperta dell’America” che è davvero qui vicina a noi, nei fantastici sapori di Liguria e nelle splendide aziende della provincia di Savona descritte attraverso i loro prodotti di eccellenza sempre con un sorriso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.