IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Attentato a Nizza, le reazioni del mondo musulmano: “Condanniamo gli estremismi violenti”

"Non hanno nulla a che vedere con gli insegnamenti della nostra religione e il nostro credo"

Nizza. Attentato a Nizza, questa mattina, con diverse vittime e feriti (leggi qui). E non è tardata ad arrivare la presa di posizione e di condanna da parte della comunità musulmana, molto nutrita anche in Liguria.

”Non è la prima volta purtroppo, ed è accaduto ancora, come avvenne a Saint-Étienne-du-Rouvray nel 2016: un luogo di culto nella città sorella Nizza, è stato teatro del peggiore dei crimini: l’aggressione mortale contro creature che vi si trovavano per raccogliersi spiritualmente”, ha affermato Hamza Piccardo, editore, islamista, responsabile di numerose associazioni mussulmane italiane.

“Siamo sbigottiti e affranti e vicini alle famiglie delle vittime, alla gente di Nizza e a coloro i quali, innocenti, dovranno subire le ricadute dell’islamofobia che rischia di diventare virulenta e mortifera, – ha proseguito. – Niente può, non dico giustificare, ma neppure dare un senso a queste azioni, frutto di evidente sociopatia, squilibri mentali che hanno sanguinose derive criminali”.

“Apprendiamo anche che l’aggressore non sia stato ucciso dalle forze dell’ordine e speriamo che si possa risalire al reale ambiente in cui è maturata la sua intenzione omicida, su eventuali mandanti e complici, al fine di meglio orientare le misure di prevenzione e repressione. Se invece fosse un isteria antislamica a prendere in sopravvento, sarebbe foriera di altra ingiustizia e lutti”, ha concluso.

A fare eco alle parole di Piccardo, sempre condannando con forza il gesto e gli estremismi violenti in genere, è stato Said Boussetta, a nome della Moschea di Albenga: “La nostra comunità esprime il suo profondo cordoglio per le famiglie delle vittime della strage terroristica di Nizza. Condanniamo con forza gli estremismi violenti che nulla hanno a che vedere con gli insegnamenti della nostra religione e il nostro credo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.