IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, Ciangherotti: “L’ex ospedale dormitorio per clandestini, necessaria riconversione”

"Così come per molti altri edifici abbandonati della città, servono progetti concreti, non basta potare un albero"

Albenga. “L’ex ospedale trasformato in un dormitorio abusivo per clandestini e spacciatori. L’Amministrazione convochi la proprietà per mettere in sicurezza l’edificio”. Questo l’appello del consigliere comunale di Forza Italia Eraldo Ciangherotti al sindaco Riccardo Tomatis.

“Non è servito a nulla tagliare, in pompa magna, un albero posizionato davanti all’ingresso per eliminare il problema” sottolinea il consigliere in riferimento alla magnolia che il curatore fallimentare, che gestisce l’immobile, su suggerimento dell’amministrazione ha fatto potare per evitare l’ingresso da parte di abusivi (leggi qui).

“L’Amministrazione comunale si faccia carico più concretamente del problema che riguarda questo, come altri edifici abbandonati, presenti sul territorio comunale, come gli stabili di via Carloforte, ma anche di via Milano, di Piazza Falcone Borsellino e altri ruderi che da anni attendono una sistemazione definitiva”.

“Purtroppo sono i clandestini e spacciatori ad approfittare della situazione e quindi a trovare un riparo dove trascorrere la notte. Non di rado gli enormi scheletri fatiscenti dismessi in città sono diventati rifugi di fortuna per sbandati e senzatetto e anche le ultime verifiche hanno confermato la tendenza. Non lo chiedo solo io, ma lo chiedono anche i cittadini di Albenga: presenterò una mozione in Consiglio comunale perchè, oltre ai controlli delle forze dell’ordine, è necessario convocare le proprietà per mettere in sicurezza gli edifici e quindi cercare di avviare, per quanto possibile, progetti di riconversione degli stabili fatiscenti in servizi di pubblica utilità, come ad esempio il Palasalute che potrebbe essere insediato nelle palazzine dI via Carloforte” conclude Ciangherotti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.