IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Truffa tramite sms ai correntisti Banca Carige: “La sua carta è bloccata”

Allertata la polizia postale

Più informazioni su

Liguria. Sta girando sui cellulari una truffa. Nelle ultime ore infatti ad alcuni correntisti di Banca Carige è arrivato proprio sullo smartphone il testo che recita: “Gentile cliente, la sua carta è stata bloccata per mancata sicurezza web psd2 antifrode. Verifica e riattiva ora” e poi un link.

E’ importante non sottovalutare il messaggio (gestito da una società informatica esterna) che, apparentemente innocuo, nasconde una vera e propria truffa informatica: il servizio clienti della banca è stato impegnato in più occasioni a spiegare ai correntisti, che chiedevano informazioni, che quel messaggio era una frode. In questo caso, come in altri del genere, i protocolli dell’istituto di credito hanno già fatto scattare la segnalazione alla polizia postale.

Probabilmente i malintenzionati hanno craccato il sistema di messaggistica. Il link citato nel messaggio rimanda a un sito civetta, a un falso portale web dell’istituto di credito, quasi in tutto e per tutto simile a quello reale. Evidentemente chi ha creato il sistema ha cercato di accaparrarsi la password e i dati dei correntisti ignari.

Secondo quanto riportato dagli addetti al servizio clienti non è la prima volta che si verifica questo tipo di tentativo di imbroglio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.