IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Trenitalia, rimborso abbonamenti per Covid: ecco come ottenerlo

Non ci sarà un rimborso in denaro ma un voucher o una proroga dell'abbonamento

Liguria. Dai prossimi giorni sarà possibile chiedere il rimborso per gli utenti Trenitalia della Liguria che non sono riusciti a utilizzare l’abbonamento regionale (o la Carta Tutto Treno Liguria) a causa del lockdown per l’emergenza coronavirus.

Le linee di indirizzo sono state approvate oltre un mese fa dalla Regione, ma la procedura non è ancora partita “per questioni operative”, fanno sapere da Trenitalia. Le modalità saranno pubblicate online sul sito dell’azienda entro questa settimana. Ma ecco le anticipazioni.

Hanno diritto al rimborso gli abbonati mensili ed annuali che rientrano nelle seguenti categorie:
– studenti per il periodo 23 febbraio – 10 giugno 2020 (o inferiore ma compreso in tale periodo). È richiesta un’autocertificazione che accerti lo stato di studente, salvo gli abbonamenti che prevedano un titolo dedicato per la cui emissione sia richiesta la condizione di studente
– altri abbonati per il periodo 8 marzo – 17 maggio 2020 (o inferiore ma compreso in tale periodo). In questo caso è sufficiente presentare un’autocertificazione per il mancato utilizzo.

Trenitalia procederà al ristoro entro 30 giorni dalla presentazione della richiesta secondo due possibili modalità che escludono però il rimborso monetario:
– emissione di un voucher nominativo di importo pari all’ammontare della spesa effettivamente sostenuta dall’utente per i giorni di non utilizzo dell’abbonamento, da utilizzare entro un anno dall’emissione
– prolungamento della durata dell’abbonamento per un periodo corrispondente a quello durante il quale non ne è stato possibile l’utilizzo.

Nello specifico verrà riconosciuto un voucher nominativo in caso di abbonamento mensile o annuale già scaduto, mentre potrà essere riconosciuto il prolungamento in caso di abbonamento annuale ancora in corso. Per quanto riguarda i casi particolari (studenti che hanno terminato gli studi, lavoratori che hanno perso il lavoro o continuano in smart working) l’azienda provvede all’emissione di un voucher nominativo di importo pari all’ammontare della spesa effettivamente sostenuta dall’utente nei giorni di non utilizzo dell’abbonamento, da utilizzare entro un anno dall’emissione.

Il modulo di richiesta e la dichiarazione sostitutiva dovranno essere inviati via e-mail o per posta ordinaria (gli indirizzi saranno forniti online a breve).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.