IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Treni e pendolari, tornano le fermate nel basso Piemonte

Con l'ultimo DPCM armonizzazione del servizio di trasporto pubblico

Più informazioni su

Liguria. L’applicazione dell’ultimo DPCM supera le differenziazioni di carico dei treni tra Piemonte, Lombardia e Liguria e riporta le fermate nel Basso Piemonte.

Da oggi, quindi, sulla linea Genova-Milano sono infatti nuovamente attive le fermate nelle località di Arquata Scrivia e Tortona, che non sono state effettuate negli scorsi week end a causa della disomogeneità tra le Regioni rispetto alle regole di carico dei mezzi, 100% in Liguria e Lombardia e 50% in Piemonte.

Il DPCM di agosto chiarisce che tutti i mezzi di trasporto pubblico devono seguire l’indicazione dell’80% del carico consentito dalla carta di circolazione del mezzo, indistintamente dalla Regione che attraversano.

Le aziende di trasporto si stanno progressivamente adeguando alla norma e, tra le prime conseguenze, si superano le differenze di carico tra Regioni.

“L’inserimento dell’armonizzazione sul TPL nel Decreto ministeriale dimostra che la presa di posizione del Piemonte – riporta il Quotidiano Piemontese – insieme ad altre Regioni italiane, è stata determinante per migliorare le situazioni critiche anche in un momento di emergenza come quello che stiamo vivendo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.