IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Morto annegato a Ceriale, fissati i funerali del 37enne Davide Aloia Maiorano

Saranno celebrati nella giornata di domani (venerdì 4) alle 11, in Lu (AL), suo paese di origine

Ceriale. Dopo l’esame autoptico, che ha confermato la morte per annegamento, sono stati fissati i funerali del giovane  Davide Aloia Maiorano, il 37enne deceduto domenica scorsa nel tratto di mare all’altezza dei Bagni San Sebastiano.

Lascia una figlia, Giulia. Le esequie saranno celebrate domani mattina (venerdì 4 settembre), alle 11, nella chiesa di Santa Maria Nuova, a Lu (AL), suo paese di origine dove, questa sera (giovedì 3 settembre), alle 21, sarà recitato anche il rosario

L’esame autoptico è stato disposto dal pm della Procura savonese Massimiliano Bolla, che coordina l’indagine sulla tragedia. Dall’esame medico-legale sono stati prelevati anche campioni di tessuto per gli accertamenti istologici, che saranno disponibili solo nei prossimi giorni.

La salma, che si trovava presso l’obitorio di Zinola, è stata ora restituita alla famiglia per i funerali.

In questi giorni si svolti gli accertamenti da parte della Capitaneria di Porto di Loano, che hanno vagliato diverse testimonianze sull’accaduto, oltre a forme e modalità dei soccorsi, fermo restano le proibitive condizioni meteo-marine a seguito del moto ondoso e delle forti correnti.

Dai riscontri investigativi è stata appurato, quindi, che si è trattato di una tragedia.

Secondo una prima ricostruzione, il 37enne si è avvenuturato in mare assieme ad un amico e al figlio di quest’ultimo, che si trovavano nella spiaggia libera limitrofa allo stabilimento balneare cerialese, ma sono andati subito in difficoltà non riuscendo a tornare a riva, rischiando anche di finire sugli scogli trascinati dalla corrente.

Prima l’intervento di una bagnina, in seguito un secondo intervento assieme ad altri bagnini: alla fine sono riusciti a riportare a riva le persone in mare, compreso il bambino, ma Davide Aloia era già privo di sensi e inutili sono stati i tentativi di rianimazione, così i sanitari e il 118 ne hanno constatato il decesso.

Dall’esame autoptico sul corpo del 37enne e dagli ulteriori indagini sulla tragedia gli inquirenti hanno avuto gli opportuni riscontri sulla morte di Davide Aloia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Vuoi leggere IVG senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.